Un gioco da mettere sotto l’albero per i bimbi delle famiglie più fragili, una parentesi di leggerezza e felicità per i piccoli di quei nuclei più duramente colpiti dalla crisi innescata dall’emergenza sanitaria. Si chiama “Giocattolo  Sospeso” la nuova iniziativa della Caritas diocesana per il periodo d’Avvento, una proposta aperta a tutti e che nasce dall’alleanza con i principali negozi cittadini per bambini: dall’ “Hobby Centro” di Borgo Stretto, al “Gianfaldoni” di via Ceci, passando per la “Città del Sole” e la “Libreria dei Ragazzi”, entrambe in via San Francesco, e la “Giocheria” in zona Stazione (via del Cavalcavia).

L’idea è semplice e nelle modalità ricalca il “Libro Sospeso”, l’altra iniziativa promossa dalla Caritas per il periodo natalizio e che coinvolge 16 librerie fra Pisa, Cascina e Pontedera: “In ogni negozio aderente, sotto il manifesto dell’iniziativa, ci sarà una cesta in cui sarà possibile lasciare un pacchettino con un giocattolo per bambini fino a 14 anni che sarà destinato ai più piccoli delle 276 famiglie in difficoltà con minori che stiamo seguendo – racconta il direttore della Caritas diocesana don Emanuele Morelli -: sarà nostra cura, infatti, ritirarli e consegnarli prima del giorno di Natale perché, come ci ricorda Maria Montessori, il gioco è il lavoro del bambino”.

In alcuni dei punti vendita aderenti, inoltre, i clienti che parteciperanno all’iniziativa potranno beneficiare di uno sconto sui giochi donati.