Nuove piste ciclabili in arrivo nel 2022 per estendere sempre di più la rete delle ciclovie cittadine a Pisa. La Giunta comunale ha approvato i progetti esecutivi per la realizzazione della pista che collegherà via Matteucci a Cisanello con il Cnr e di quella al Cep lungo via Fossa Ducaria per collegare il quartiere all’Aurelia.

“Con la progettazione di queste due ulteriori ciclovie urbane – dichiara l’assessore all’urbanistica e mobilità Massimo Dringoli – stiamo andando avanti con la realizzazione degli obiettivi previsti dal Piano Urbano di Mobilità Sostenibile di cui si è dotato il Comune di Pisa. Il traguardo finale a cui puntiamo è quello di mettere in collegamento tra loro, attraverso la rete delle ciclabili cittadine, i punti di interesse principali della città: stazione dei treni, area monumentale, poli universitari, Cnr, scuole e ospedali. Nel 2022, grazie ai finanziamenti intercettati dal Ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibile, realizzeremo le piste ciclabili dalla Stazione al polo universitario di Ingegneria lungo via Bonanno fino a piazza Manin e proseguiremo la ciclabile lungo le mura storiche per una spesa complessiva di 525mila euro. Con il finaziamento ministeriale di queste due ulteriori ciclovie del Cnr e del Cep per una cifra di 315mila euro, andremo a mettere ulteriormente a sistema la rete delle ciclabili presenti in città”.

“Ricordo inoltre che sono inoltre già partiti – prosegue Dringoli – i lavori per predisppore il prolungamento della Ciclopista del Trammino da Marina a Tirrenia, ed è in programma anche il tratto per collegare la Ciclopista a San Piero Grado. Per quanto riguarda i ponti, a Cisanello è già partito il cantiere per la realizzazione del ponte che collegherà l’Ospedale a Riglione ed è stato finanziato anche quello di San Piero a Grado per collegare il Parco di San Rossore. Tanti tasselli che stanno andando a posto per arrivare a comporre una rete sempre più efficiente di mobilità ciclabile e realizzare un sistema intermodale di spostamento sul territorio urbano di Pisa, che dia sviluppo anche ai sistemi di sharing introdotti dal Comune di biciclette e monopattini, nell’ambito di una piena realizzazione del nostro piano per la mobilità sostenibile a Pisa”.

Ciclovia del Cnr. L’intervento riguarda la realizzazione del percorso che collega la  viabilità  ciclabile  esistente  a  nord  della  città  di  Pisa  al  confine  con  il  Comune  di  San  Giuliano  Terme,  lungo  l’asse  Via  di  Pratale  –  Via  Moruzzi,  con  la  pista  ciclabile  di  Via  Matteucci  – Via  di  Cisanello. Considerata  anche  l’alta  concentrazione  di  istituti  scolastici  e  universitari,  attrezzature  servizi  pubblici e attività commerciali lungo il tracciato è chiara l’importanza della  realizzazione  del  percorso  ciclabile  e  pedonale  come  collegamento  principale urbano.  Il progetto, per un importo di 175.615 euro, prevede la realizzazione di una pista ciclabile in sede propria lungo la viabilità principale (via Volpi e via Luzzatto) a partire dal perimetro del CNR per poi spostarsi sull’altro lato e proseguire in sede propria. Più avanti, nel tratto lungo via Nenni, si  prevede  lo  spostamento  del  percorso all’interno del parco lineare “delle Torri”, dove sono già presenti percorsi perdonali nell’area verde. Per  dare  continuità  alla  pista  ciclabile  è  prevista  un  riorganizzazione  della  carreggiata  stradale sull’asse viario via Valgimigli-via De Ruggiero, ricavando due corsie ciclabili laterali, molto utili perché  consentono  di  collegare  alla  rete  ciclabile le diverse attività pubbliche presenti, come il complesso scolastico (Istituto Galilei) , lo skate park, l’area sportiva di San Cataldo. Infine, per arrivare a ricongiungersi con la pista ciclabile di via Matteucci dal parco “delle Torri” la pista  ciclabile  attraversa  via  di  Cisanello utilizzando l’attraversamento pedonale esistente, da adeguare e riqualificare.

Ciclovia del Cep. Il  progetto riguarda  la  realizzazione  del  percorso  ciclopedonale  che  si estende tra il ponte sull’Aurelia e Via Umberto Giordano e fa parte di un più ampio progetto che  prevede  il  suo  prolungamento  all’interno  della  golena  per raggiungere in sicurezza il Ponte del CEP e da qui, oltrepassato l’Arno su corsie ciclabili, andarsi a ricongiungere con la pista ciclabile che porta fino al mare. La realizzazione della pista ciclopedonale, per un importo di 139.723 euro, è finalizzata infatti a collegare il quartiere del CEP con il centro cittadino, andandosi a raccordare con le corsie ciclabili presenti sul Lungarno Leopardi. Il  percorso, che parte  dall’attraversamento  semaforizzato  a  chiamata  realizzato  recentemente  sul Ponte dell’Aurelia e raggiunge il tratto ciclopedonale di Via Umberto Giordano con l’attraversamento della via Fossa Ducaria, ha  un’estensione  complessiva  di  circa 640 m,  con  una larghezza di circa 3 m.  Nel primo tratto a partire da via Aurelia, nel quale il percorso ciclopedonale è realizzato su strada asfaltata in anni recenti,  è  previsto  un  semplice  rifacimento  della segnaletica. Nel secondo tratto, che va da qui fino all’intersezione di via Tesio con via Fossa Ducaria, è prevista la stesura di conglomerato bituminoso (binder) e di tappeto di usura in asfalto ecologico tipo “Natura”, già utilizzata sulla “pista ciclabile del Trammino. Nel terzo tratto nel quale il percorso prosegue sull’argine sopraelevato rispetto alla strada, verrà data continuità al percorso continuando la pavimentazione bituminosa con  binder e  tappeto  in  asfalto  tipo  “Natura”. Infine  per  l’attraversamento  pedonale  e  ciclabile  di  via  Fossa  Ducaria,  già  oggi  indicato  con  la segnaletica, verrà eseguita una riqualificazione finalizzata a renderlo più sicuro, con utilizzo di vernici ad alta visibilità e resinatura tipo street print di color rosso.