Si svolgerà domenica 19 dicembre a Genova la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare. Come da tradizione, la rievocazione storica coinvolgerà gli equipaggi delle quattro città, Genova, Amalfi, Venezia e Pisa. L’equipaggio del Galeone rosso che rappresenta Pisa è stato presentato ieri, lunedì 13 dicembre, a Palazzo Gambacorti, alla presenza dell’assessore alle tradizioni storiche Filippo Bedini, di Tommaso Antoni, direttore tecnico Galeone Rosso e Massimiliano Landi, allenatore Galeone Rosso.

«L’appuntamento di quest’anno a Genova è straordinario sotto molti punti di vista – spiega l’assessore alle tradizioni della storia e dell’identità di Pisa, Filippo Bedini -. Il comitato delle Repubbliche Marinare ha pervicacemente voluto arrivare a un’edizione entro quest’anno per dare un segnale di continuità alla manifestazione che, come tante altre delle tradizioni storiche, ha purtroppo risentito della pandemia. Ci diamo appuntamento dunque a Genova con il nostro galeone rosso, con tuitte le difficoltà del caso, ma felici che si riesca a fare finalmente la Regata, il corteo di rievocazione storica e ci diamo appuntamento per il 2022 con due edizioni, la seconda delle quali sarà proprio nella nostra città nella seconda parte dell’estate».

“E’ sotto gli occhi di tutti – prosgue l’assessore Bedini – quello che l’Amministrazione sta facendo per le rievocazioni storiche. La Regata delle Repubbliche Marinare non è una gara come tutte le altre, ma è una manifestazione su cui si basa il recupero e la diffusione della cultura storica delle città coinvolte, che hanno vissuto il loro momento di massimo splendore all’epoca delle Repubbliche Marinare. A Pisa stiamo portando avanti un lavoro intenso sui costumi dei cortei, ma anche sull’organizzazione degli eventi collaterali che si svolgono durante tutto l’anno. Abbiamo già in programma diversi progetti, tra cui la realizzazione di una storia fotografica che ricostruisce le utlime dieci edizioni delle Regate, e stiamo pensando al recupero del Galeone Rosso di legno del 1955 che versa in stato di abbandono e che noi vorremo recuperare e musealizzare. Ma cone Comune non ci siamo tirati indietro neanche per quanto riguarda la parte sportiva con il rifacimento della componente remiera, l’acquisto di un motoscafo per seguire gli allenamenti e seguirà l’acquisto anche di un pontile. Vogliamo che il Comune diventi autonomo nella gestione di tutto quello che serve per preparare questo evento. Ringrazio Navicelli che sta consentendo in questo periodo l’allenamento della barca lungo il canale che ritenimamo sia la sede naturale più idonea e stiamo facendo in modo che diventi il polo remiero della città».

Equipaggio Repubbliche Marinare 2021:

TITOLARI

Timoniere Gabriele Ciulli

  1. Emiliano Ceccatelli
  2. Matteo Pedani
  3. Leonardo Paoli
  4. Emanuele Giarri
  5. Francesco Vanni
  6. Niels Torre
  7. Daniele Sbrana
  8. Barbieri Mirko

RISERVE

Alessandro Bernardini

Alessandro Ciucci

Barandoni Simone

Andrea Pazzagli

NOSTROMI

Luigi Mostardi

Edoardo Bellani

Flavio Ricci

Direttore tecnico: Tommaso Antoni

Allenatore: Massimiliano Landi

La Regata delle Antiche Repubbliche marinare (o Palio delle Antiche Repubbliche Marinare) è una manifestazione sportiva che si ispira a una rievocazione storica istituita nel 1955, con lo scopo di celebrare le imprese e la rivalità delle più note Repubbliche marinare italiane: Amalfi, Genova, Pisa e Venezia. L’evento, disputato sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è preceduto (sabato 18 dicembre, a partire dalle ore 15.00) da un Corteo storico, durante il quale sfilano i figuranti che vestono i panni di antichi personaggi che caratterizzarono ciascuna Repubblica. Nel caso di Pisa ha come principale protagonista Kinzica de’ Sismondi, l’eroina che, secondo la leggenda, nel 1044 salvò la patria dall’assalto e dalla razzia dei saraceni.

Ogni equipaggio che partecipa alla Regata rè composto da 8 vogatori e un timoniere mentre le imbarcazioni sono lunghe 15 metri e larghe 1, 70 metri. I galeoni, costruiti su modelli del XII secolo, sono realizzati sulla linea delle antiche “Galere” o “Feluche di rappresentanza” e dipinti con i colori tradizionali dei simboli delle quattro antiche repubbliche marinare: rosso con aquila per Pisa, bianco con drago per Genova, verde con leone per Venezia e azzurro con cavallo alato per Amalfi. La città vincitrice si aggiudicherà il trofeo in oro e argento realizzato dalla scuola orafa fiorentina, che verrà rimesso in palio in occasione della regata successiva. Pisa vanta 8 vittorie, l’ultima risale al 2010. Nella edizione del 2019 che si è disputata il 1 giugno a Venezia, la vittoria è andata alla barca padrona di casa, seguita da Genova, Pisa e Amalfi. Lunedì 13 dicembre verrà presentato in Palazzo Gambacorti l’equipaggio del Galeone Rosso.

Programma

Sabato 18 dicembre (ore 15.00, piazza De Ferrari/Largo Pertini): partenza corteo storico, in testa la banda della Filarmonica Sestrese. Il percorso: via XXV Aprile, piazza delle Fontane Marose, via Garibaldi, piazza della Meridiana, via Cairoli, via Bensa, piazza dell’Annunziata, via Lomellini, piazza Fossatello, via al Ponte Calvi , via Sottoripa, piazza Caricamento; (ore 16.00, piazza Caricamento): il corteo del Confeugo si congiunge al corteo della Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare Il corteo prosegue per: via Frate Oliverio, piazza della Raibetta, via San Lorenzo, piazza Matteotti, via Porta Soprana, via Petrarca, piazza De Ferrari; (ore 16.45, Largo Pertini): presentazione degli equipaggi; (ore 17.30, Largo Pertini): Cerimonia del Confeugo e accensione del tradizionale Falò

Domenica 19 dicembre (ore 11.00): Formazione corteo, percorso in zona pedonale per poi attraversare la strada per raggiungere la passeggiata del canale e arrivare fino Tribuna Autorità dall’altro lato della sponda; (ore 12.00): posizionamento figuranti in tribuna; (ore 12.30): partenza Galeoni; (ore 13.00): premiazione.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale www.repubblichemarinare.org