La statuina per il Presepe 2021 promossa da Coldiretti, Confartigianato e Fondazione Symbola, nell’ambito del Manifesto di Assisi, è l’imprenditore che usa la tecnologia a significare la centralità dell’impresa che affronta nuove sfide per la crescita economica e sociale del Paese. La statuina, realizzata in cartapesta dal maestro artigiano leccese Claudio Riso, è stata consegnata, in tre diversi momenti, all’arcivescovo di Pisa, Giovanni Paolo Benotto e ai Vescovi di Volterra, Alberto Silvani e San Miniato, Andrea Migliavacca da una rappresentanza di Coldiretti formata dal presidente provinciale, Fabrizio Filippi, dal direttore, Francesco Ciarrocchi e dai segretari di zona Maurizio Fantini e Francesco Falchi e dal Presidente di Confartigianato, Romano Pucci e dal responsabile, Francesco Burgalassi.Obiettivo dell’iniziativa è aggiungere ogni anno al presepe figure che ci parlino del presente ma anche del futuro. L’anno scorso fu un’infermiera a ricordare il debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Quest’anno è l’imprenditore che ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini nonostante le limitazioni e i lockdown.