I primi firmatari dell’Appello “MAI PIÙ BANCARELLE IN PIAZZA DEI MIRACOLI” che, tre anni fa, ha avuto tra i promotori tanta parte del mondo della cultura, delle professioni, dell’associazionismo culturale ed ambientale e che è stato sottoscritto da oltre 2700 cittadini, esprimono la loro soddisfazione.

Finalmente anche il piano del commercio del Comune di Pisa prende atto di quello che le leggi, il buon senso, la volontà della città da tempo chiedevano: la Piazza del Duomo libera da qualsiasi forma di commercio ambulante.

Auspichiamo che il nuovo piano preveda l’esclusione di qualsivoglia attività di commercio ambulante a posto fisso e/o mobile in tutti gli 8.87ha del Sito UNESCO, sottolineando che esso comprende, oltre alla Piazza del Duomo, la Piazza e l’edificio dell’Arcivescovado, il tratto di via Santa Maria fino alla Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi, la via Cardinale Maffi fino a Via Monsignor Ugo Camozzo. Quindi occorre liberare tutta quest’area dalle postazioni che tuttora vi insistono.

Inoltre per una nuova immagine dell’offerta turistica è anche necessario  liberare e riqualificare le zone limitrofe: da Piazza Manin a Largo Cocco Griffi.

Si smetta di voler subordinare a presunti interessi economici l’immenso patrimonio monumentale della nostra città.

Valeria Caldelli, Pierluigi D’Amico, Silvia Silvestri.