Quattro multe da 400 euro, una per ciascun ambulante sorpreso al mercato di Ponte a Egola senza essere in possesso del green pass. E’ questo l’esito dei controlli di sabato 8 gennaio svolti dalla Polizia Municipale di San Miniato, destinati agli operatori e non agli accessi all’area mercato, durante i quali quattro di loro, responsabili o lavoratori di due banchi, sono stati multati perché non in possesso della certificazione verde, come previsto dagli ultimi provvedimenti del Governo. Due di loro hanno smontato il banco e se ne sono andati, non senza polemiche, mentre gli altri due sono stati allontanati e sono rimasti al banco gli altri operatori, in regola con il green pass. “I mercati sono luoghi sicuri ed è proprio per questo che la Polizia Municipale è chiamata a svolgere controlli a campione, un modo per garantire ai fruitori la sicurezza di muoversi tra i banchi – dichiarano il sindaco Simone Giglioli e l’assessore alla Polizia Municipale Elisa Montanelli. Sin dall’inizio della pandemia abbiamo sempre riscontrato una piena collaborazione con le associazioni di categoria e con i referenti dei mercati territoriali, in modo da stabilire un’organizzazione che rispetti le varie disposizioni e consenta il rispetto delle regole. I controlli alle aree mercato proseguiranno così come quelli relativi alle altre attività: nel mese di dicembre sono state effettuate 78 verifiche alle attività di somministrazione, come richiesto anche dalla Prefettura, sia ai clienti sia ai lavoratori, ai titolari e ai soci, complessivamente 294persone, perché la sicurezza passa anche e soprattutto da qui”.