I colori della bandiera della pace proiettati sulla facciata del Municipio, un drappo appeso sulla balconata di Palazzo Pretorio e un altro in via della Pace, proprio sopra la targa apposta in ricordo della decisione della giunta comunale che volle chiamare così la strada il 7 dicembre 1947. Gesti simbolici ma utili per ribadire che anche Cascina si schiera a favore della soluzione diplomatica per risolvere la crisi in atto tra Russia e Ucraina. “È preoccupante vedere questa escalation della crisi tra i due paesi che sta andando verso il conflitto militare anziché dar spazio alle diplomazie – spiega il sindaco Michelangelo Betti –. Tutto questo ci riporta indietro di decenni, da qui la scelta di mettere i simboli della pace su Municipio, Palazzo Pretorio e via della Pace. Questa strada prese il nome 75 anni fa, a poco più di due anni dalla fine della guerra e nelle prime fasi del periodo della ricostruzione, prima ancora dell’entrata in vigore della Costituzione”.