Quello in programma domani ( la sede è il liceo Andrea da Pontedera, in via Firenze 43, con prove in programma tutta la mattina e fino al primo pomeriggio, dalle 9,15 alle 14,15 ) è un graditissimo ritorno, dopo che l’ultima edizione è andata in scena nel 2019. Il Certamen in ponticulo Herae metterà a confronto studenti, che arrivano da ogni parte della Toscana, sul passo di un autore latino, che dovrà essere analizzato, interpretato e commentato.


La 38esima edizione del Certamen sarà riservato a studenti del secondo anno del liceo classico, dello scientifico e dei licei linguistico e scienze umane. Ai vincitori saranno riconosciuti dei premi in denaro, messi a disposizione da istituzioni, realtà associative del territorio, privati e sponsor.


L’organizzazione del Certamen è promossa dalla delegazione pontederese della Associazione Italiana di Cultura Classica, con il patrocinio del Comune di Pontedera e della Regione Toscana, con la collaborazione dell’istituto XXV Aprile e dell’Itis Marconi e quella della Fondazione Piaggio. Coinvolti anche i Comuni di Peccioli, Ponsacco, Calcinaia, Cascina e Vicopisano, i Lions Club di Pontedera, i Lions Club Valdera, il Rotary Club Pontedera, il Club Inner Wheel di Pontedera, Italia Nostra di Cascina, la sezione soci Valdera di Unicoop Firenze e alcune aziende private ( Il Timbro, Intergomma, Tuscania Pest Control e la Banca di Pisa e Fornacette ). 


In contemporanea al Certamen in ponticulo Herae si svolgerà il Certamen Coronarium, riservato agli alunni dell’ultimo anno del Liceo Classico e in memoria di Beatrice Pelagagge, giovanissima studentessa del classico di Pontedera, prematuramente scomparsa.  Anche in questo caso sarà chiesto ai ragazzi di interpretare e commentare un passo di un autore latino.
Il totale dei ragazzi partecipanti alla edizione numero 38 è 124, in arrivo da tutta la Toscana. La storia del Certamen, partita nell’anno scolastico 1982/83, ha visto sfilare negli anni migliaia di giovani, molti poi affermatisi in campo professionale. La premiazione avverrà il 31 Maggio all’auditorium del Museo Piaggio. La commissione giudicatrice di quest’anno sarà presieduta dal professor Renzo Tosi, dell’Università di Bologna.