Alessandro Terzi si esprime cosi riguardo al professionismo nel calcio femminile:

“Le ragazze si rivedranno uno status professionale che fino ad oggi, a mio parere anche ingiustamente, non è stato riconosciuto. – parla cosi il dirigente del Sassuolo – Dunque finalmente potranno assumere il loro posto nel mondo del lavoro, fare della loro attività un lavoro a tutti gli effetti, come accade nei pari grado maschi. Dal punto di vista pratico per le ragazze del Sassuolo in realtà cambierà poco, perché il loro standard qualitativo era già parificato a quello dei maschi. Cambierà poco della loro attività, continueremo ad allenarci con lo stesso impegno. la stessa filosofia, nella loro vita quotidiana penso che cambi poco, cambia però il fatto che loro potranno mettere qualcosa via per la pensione e non è poco. Sulla nuova formula ci abbiamo ragionato tanto. Io sono anche Consigliere, ho vissuto tutto questo da vicino e credo che questa darà spettacolarità al torneo e questo porta aumento dei tifosi, dovrebbe essere un volano per l’attrattività del campionato” Fonte: milannews24.com