Con la stagione estiva che sembra essere ripartita con il piede giusto sul nostro litorale, sono ripartiti anche i furti ed i danneggiamenti ai danni degli stabilimenti balneari. La videosorveglianza da solo non serve come abbiamo sempre detto. Crediamo che occorra un piano di intervento che preveda uomini e mezzi”. E’ il presidente Litorale di Confesercenti Toscana Nord Alessandro Cordoni a lanciare l’allarme dopo alcuni furti e danneggiamenti non solo ai danni degli stabilimenti balneari ma anche alle auto in sosta nei parcheggi a pagamento.

Siamo partiti con il piede sbagliato in fatto di sicurezza sul nostro litorale – incalza Cordoni -. Ai furti negli stabilimenti balneari, purtroppo una triste consuetudine anche negli anni passati, dobbiamo registrare anche il fenomeno di danneggiamenti e vetri rotti alle auto in sosta nelle aree di parcheggio a pagamento. Si tratta di clienti degli stabilimenti che si rivolgono a noi lamentando la carenza di controlli”. Alessandro Cordoni fa riferimenti al sistema di videosorveglianza.

“Sul litorale sentiamo ripetere il solito ritornello utilizzato per il centro storico: aumentano le telecamere e aumenta la sicurezza. Purtroppo i fatti smentiscono questo. Le telecamere sono un ottimo strumento per individuare eventualmente i colpevoli, ma non certo un deterrente. Nel gennaio scorso – spiega ancora il presidente Litorale di Confesercenti Toscana Nord – è stato attivato un nuovo sistema di videosorveglianza sulle strade di accesso al nostro litorale come viale del Tirreno, viale D’Annunzio, via Valente e via della Bigattiera. E’ del tutto evidente che, se non incrementiamo la presenza di pattuglie, da sole non bastano”. La conclusione.

Ci auguriamo che l’amministrazione comunale si faccia carico di questo problema attivandosi nelle sedi competenti per mettere a punto un piano di sicurezza specifico per il nostro litorale. Una stagione che tutti credono essere giustamente quella della ripartenza, deve essere vissuta in totale sicurezza”.