E’ stata inaugurata la nuova installazione permanente “Frammenti di memoria” in via Turi.

Si tratta di sei pannelli che da oggi hanno trovato spazio nelle nicchie del muro perimetrale del Centro Parrocchiale Giovanni XXIII e che rappresentano sei stazioni di un percorso della memoria santacrocese, preceduti da una grande rappresentazione della mappa di Santa Croce sull’Arno che riassume esercizi commerciali e servizi del perimetro del Centro Commerciale Naturale.

Il progetto, sostenuto dall’Amministrazione Comunale e dal CCN, con il contributo di Sapa Spa, ha visto la collaborazione dei due soggetti con la parrocchia di San Lorenzo, nella figura di Don Donato Agostinelli e con il Movimento Shalom.

L’intento è stato quello di abbellire via Turi, prima via di accesso a piazza Garibaldi e al centro storico, con immagini artistiche che percorressero la storia e la memoria del nostro paese. Per questo abbiamo coinvolto da subito Romano Masoni e Fulvio Leoncini, con la certezza che i due artisti santacrocesi avrebbero saputo costruire un percorso della memoria dove storia, poesia e arte si sarebbero sposate per dare a via Turi una nuova immagine. Così è stato e da oggi chi cammina in via Turi percorre in pochi metri quello che Santa Croce è stato ed è: la città delle bambine e dei bambini, il luogo delle botteghe storiche, il fiume e la sua storia, la conceria, la forza di ripensarsi e ricostruirsi nel secondo dopoguerra, il Carnevale. Un viaggio tra immagini di Romano Masoni, riviste e rielaborate grazie al lavoro grafico di Fulvio Leoncini, accompagnate da versi poetici e pensieri.

Le sei stazioni della memoria sono precedute da una mappa di Santa Croce sull’Arno: una mappa artistica, commissionata dal CCN, che raffigura tutte le attività commerciali, di servizio alla persona e alle imprese, servizi pubblici e associazioni presenti sul nostro territorio. Una mappa che in una sola immagine ha come intento sia quello di dare informazioni a chi la osserva sia quello di rappresentare plasticamente tutta la ricchezza santacrocese in termini di attività, servizi, spazi pubblici e aggregativi.

Tutti i soggetti coinvolti sono orgogliosi di poter oggi inaugurare questo percorso perché l’installazione di via Turi rappresenta un’altra piccola tappa del piano di miglioramento del centro storico che, a partire dal rifacimento di piazza Matteotti, la riqualificazione del Teatro Verdi, della Biblioteca Comunale, della Casa delle Associazioni, la pavimentazione di via Pipparelli e di via Turi e proseguendo con la rivisitazione di piazza Garibaldi, sta piano piano prendendo forma. Un percorso che sta sempre più coinvolgendo tanti soggetti e che ancora una volta dimostra come quando pubblico e privato lavorano insieme, con obiettivi comuni, si possano ottenere grandi risultati.

Un ringraziamento particolare a Don Donato Agostinelli, a Sapa Spa, a Romano Masoni e Fulvio Leoncini.