Nell’ambito della programmazione dell’associazione Istanti Sonori di Pisa e in stretta collaborazione con Caracol Contemporanea Casa Del Popolo, in via C.Cattaneo, 64 a Pisa,viene presentata per la seconda stagione consecutiva, Fuori Tempo, una piccola rassegna estiva, di cui il primo concerto avverrà domenica 3 luglio e dedicato alla contemporanea musica improvvisata. 
Domenica 3 luglio alle ore 21.30,Istanti Sonori, nell’ottica di presentare e far conoscere a un pubblico sempre più vasto, musicisti che lavorano da tempo alla sperimentazione di nuovi materiali attraverso il metodo dell’improvvisazione, ha invitato quale ospite speciale, Fabrizio Spera di Roma, musicista storico e  anche organizzatore di concerti e uno dei fondatori del celebre negozio di vinili, cd e spazio per concerti, Blutopia. È stato membro fondatore di gruppi importanti come Ossatura, Eco d’Alberi, Roots Magic e altri.Fabrizio Spera con la sua batteria e oggetti sonorisi esibirà nel primoset  in un quartetto con altri ospiti di eccezione, quali Edoardo Ricci (clarinetto basso, contralto, soprano), Maurizio Costantini (contrabbasso) Eugenio Sanna ( chitarra amplificata, listerelle metalliche, palloncini, cellophane, voce), in una formazione inedita, quest’ultima, reduce da alcuni concerti e una registrazione che darà vita a un cd. Nel suo approccio al mondo sonoro, questo batterista, riunisce in sé, un versante improvvisativo e sperimentale al tempo stesso, per il quale  utilizza alcuni oggetti, per lo più piccoli giocattoli meccanici, che fanno da mediazione a una pratica percussiva vera e propria. Il gioco sottile del gruppo, talvolta dirompente ma anche delicato, intesserà sottili linee espressive, pulsazioni sonore e preziose filigrane, dando vita a una narrazione ricca di luci, ombre e pathos emotivo.Nella seconda parte del concerto si susseguiranno i vari set con i musicisti dell’associazione Istanti Sonori che si combineranno con i musicisti del primo set: un trio con Maurizio Costantini (contrabbasso), GuyFrank Pellerin (sassofoni tenore, soprano), David Lucchesi (chitarra elettrica, piccola elettronica, oggetti); un quartetto con Fabrizio Spera (batteria, oggetti sonori), Isolina Ravenda (voce), Marco Carvelli (trombone), Dario Arrighi (elettronica); un duo con Edoardo Ricci (clarinetto basso, sassofoni soprano e contralto) e Sara Fontana ( chitarra elettrica, elettronica, chiavi inglesi). Alla fine l’Ensemble con tutti i musicisti. Le formazioni che seguono di solito il primo set della rassegna, non sono da considerarsi dei momenti di una mera jam-session occasionale, come avviene per esempio invece, per quanto riguarda la musica jazz o negli altri generi. In questa circostanza assai speciale del fare musica, la musica stessa viene creata lì per lì e senza averci pensato prima. Questa è comunque la direzione in cui si muove la musica improvvisata e in cui il rapporto con un altro musicista, anche incontrato per la prima volta, è estremamente produttivo di un nuovo linguaggio, in senso strettamente innovativo, espressivo, artistico e creativoIstanti Sonori è un’associazione culturale che intende sostenere, diffondere e promuovere la ricerca nella musica in tutte le sue forme, con particolare riguardo agli aspetti dell’improvvisazione e l’interazione di essa con altre arti quali quelle visive, la scrittura, la danza, la performance e altre discipline espressive, attraverso la produzione di concerti, laboratori didattici, conferenze, corsi di formazione, produzione di dischi, scritti, video. Questa associazione è sorta a Pisa da un iniziale nucleo di musicisti radunatosi attorno ai lavori già portati avanti dai tre anni dell’omonima rassegna musicale Istanti Sonori, quest’ultima a carattere continuativo e con un appuntamento mensile.

Fabrizio Spera (https://www.roots-magic.com › fa…) nasce a Roma ed è attivo da molti anni, come musicista e organizzatore, nel campo della musica sperimentale e improvvisata. È membro fondatore di gruppi come Ossatura, Eco d’Alberi, Roots Magic e altri. Ha suonato in concerto e registrato con: Peter Kowald, Wadada Leo Smith, Butch Morris, ROVA, Larry Ochs, Lisle Ellis, Tim Hodgkinson, Mike Cooper, Thomas Lehn, John Butcher, John Edwards, Veryan Weston, Lol Coxhill, Tristan Honsinger, Jack Wright, Hans Koch, Michel Doneda , Alfred Harth, Evan Parker, Phil Minton, Axel Dorner, Michael Thieke, Ab Baars, Ig Henneman, Alvin Curran, Mazen Kerbaj, Sharif Sehnaoui, Michael Zerang, Wolfgang Fuchs, Martin Kuchen, Frank Gratkovski, Alberto Braida, Mario Schiano, Sebi Tramontana, Marco Colonna, Roberto Bellatalla, Fabrizio Puglisi, Sandro Satta, Giancarlo Locatelli, Giancarlo Schiaffini, Eugenio Colombo, Guido Mazzon, Renato Geremia, Edoardo Marraffa, Filippo Monico, Massimo Falascone, Cristian Calcagnile… Ha suonato e girato in tutta Europa, Stati Uniti, Canada, Giappone, Corea  e  Libano  esibendosi in moltissimi e importanti festival e  concerti.Edoardo Ricci (www.edgetonerecords.com/ricci.html) è una figura carismatica e emblematica del panorama musicale europeo, vero innovatore geniale e pioniere di un certo approccio nell’uso dei bocchini e delle ance. Dotato di una sorta di sensibilità e empatia intuitiva fuori dal comune nel gestire i suoni, li accudisce con tenerezza e al tempo stesso, con la dovuta robustezza e ruvidezza, di un vecchio maestro zen. L’enorme gamma di sonorità musicali fa di lui un potente innovatore nell’uso delle ance e bocchini. Ha partecipato nel 1976 a più di una formazione con il trombettista Guido Mazzon, con il pianista Gaetano Liguori, il batterista-percussionista Filippo Monico, Antonello Salis,e con molti altri nomi del jazz contemporaneo, prendendo parte ai maggiori lavori ed eventi del panorama musicale italiano e  internazionale. Di recente fa parte stabilmente del collettivo Blutwurst, del collettivo Blutwurst, collettivo di musicisti fondato a Firenze nel 2011 e che esplora i territori della musica elettroacustica attraverso le opere di John Cage, Morton Feldman, La Monte Young, Cornelius Cardew, Giacinto Scelsi, Alvin Lucier, Eliane Radigue.
Maurizio Costantini (https://www.fondazionecantiere.it/it/?view=article&id=57:maurizio-costantini&catid=29) studia dapprima contrabbasso classico, interpretazione e composizione ma studiando contemporaneamente con Miroslav Vitous. Ha partecipato al progetto Alea Ensemble di Paolo Damiani con il quale nel 2004, ha registrato l’album di vinile Provvisorio () per la Splasc(H) records. Nella musica leggera ha partecipato a progetti con Gianna Nannini, Claudio Baglioni e altroma è attivo anche nella musica d’opera, con Andrea Boccelli.Attualmente lavora stabilmente con l’Orchestra Città di Grosseto. Ha collaborato anche con: l’Orchestra da Camera Italiana diretta da Salvatore Accardo; con il Royal College of Music di Manchester e con la Filarmonica del Teatro La Fenice di Venezia. Ha collaborato con il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e insegna contrabbasso all’Istituto di Musica di Montepulciano. Fa parte del Dieci Ensemble, col quale ha registrato il cd Dieci (Setola di Maiale, cd SM3100) e del collettivo Blutwurst, collettivo di musicisti fondato a Firenze nel 2011 e che esplora i territori della musica elettroacustica attraverso le opere di John Cage, Morton Feldman, La Monte Young, Cornelius Cardew, Giacinto Scelsi, Alvin Lucier, Eliane Radigue.
Eugenio Sanna (www.eugeniosanna.itpreparedguitar.blogspot.com › 2016/01 › eugenio-sa…) uno dei fondatori delC.R.I.M. (Centro per la Ricerca sull’Improvvisazione Musicale) di Pisa negli anni ‘80, è un musicista che si prodiga fin da questo periodo, per la diffusione e lo sviluppo della musica improvvisata, attraverso concerti dal vivo, seminari, workshop, incontri, dibattiti, scritti e articoli. Ha suonato con la maggior parte dei musicisti contemporanei e non: Peter KowaldDerek Bailey, Roger Turner, Edoardo RicciJohn Zorn… Di recente si occupa della programmazione artistica della rassegna Istanti Sonori, al Cantiere San Bernardo di Pisa ed è presidente di questa associazione omonima.Guy-Frank Pellerin (https://plustimbre.com › artists) sassofonista di origine franco-canadese, ha militato nelle file diella gloriosa Celestial CommunicationOrchestra di Alan Silva, suonando con i musicisti emblematici del free-jazz quali Bobby FewNoel Mc GhieFrank WrightMarco Carvelli, è un trombonista che ama mescolare un sound propriamente strumentale, dai connotati energetici e ricco di chiaroscuri, a elementi di natura elettroacustica.
David Lucchesi (https://needleinthestrangeisnowablog.wordpress.com/……), giovane musicista toscano e anche artista visivo alla chitarra acustica e elettrica, piccola elettronica, oggetti, dal sound agguerrito e ormai rodato, dal forte piglio creativo e che suona stabilmente nello ensemble elettroacustico Vip Cancro, del cui gruppo è uscito il cd Su se stesso (2019) per l’etichetta Lisca Records ( https://www.liscarecords.com/)Isolina Ravenda cantante e vocalista di origine francese ed educatrice, dotata di grandi qualità vocali ed espressive, partecipa fin dagli anni ’80 a gruppi di improvvisazione con i maggiori musicisti.
Sara Fontana e Dario Arrighi ( https://www.facebook.com/progettononame; https//progettononame.bandcamp.com/) fanno parte entrambi del Progetto No Name, progetto che si ispira a un fondamentale amore per i suoni da cui tutti gli esseri umani sono circondati. Di recente hanno registrato su bandcamp l’album Mr Cartman ( ProgettoのName+Duo Serpe) con il Duo Serpe(Paolo Acquaviva: trombone, Cristiano Bocci: live electronics, synths) e sempre su bandcamp, con il flautista Bruno Gussoni (火-Electroacoustic Sushi by ProgettoのName+Bruno Gussoni)

Il nuovo appuntamento e la data del secondo concerto previsto per il mese di luglio, per la rassegna Fuori Tempo a, vel circolo Caracol di Pisa, verrà comunicato a parte con un nuovo comunicato. L’entrata è riservata ai soci tesserati dell’ Arci.