L’attaccante potrebbe salire in serie A, ma attraverso un accordo temporaneo. Gli scenari aperti riportati da La Nazione.

Nonostante non riesca ad andare a segno da ottobre 2021, quando il contatore dei gol realizzati si è fermato a 6, il giovane classe 2000 Lorenzo Lucca continua ad essere considerato un pezzo pregiato del mercato, dato che mezza Serie A si sta interessando all’attaccante nerazzurro. Negli ultimi giorni il Bologna, prima ancora la Salernitana e la neopromossa Cremonese hanno intensificato i contatti, oltre a un interessamento che non è mai venuto meno anche da parte del Sassuolo che continua a monitorarlo, nonostante il gran rifiuto della proprietà a cederlo a gennaio. Tra le possibili strade da percorrere, sul taccuino dei dirigenti del Pisa ci sarebbe anche una soluzione che avrebbe del clamoroso.

Una cessione in prestito, anche oneroso, con diritto od obbligo di riscatto nel corso di questa sessione di calciomercato. La possibilità permetterebbe alla società nerazzurra, qualora non si riuscisse nell’intento di recuperare il calciatore, di rivalutare il cartellino del giovane prodigio. Tutto dipenderà dalla volontà congiunta tanto del ragazzo, quanto degli stessi dirigenti. Negli ultimi mesi però, da una parte i vari litigi occorsi con alcuni compagni di squadra, dall’altra la mancanza del gol e anche la punizione di D’Angelo che scelse di metterlo fuori squadra contro il Cosenza, potrebbero aver leggermente creato una frattura tra il giocatore e il Pisa. Inoltre Lucca è attualmente fuori dai radar dell’under 21. Ecco perché la società sta meditando anche questa soluzione, per provare a proteggere il suo asset