Dopo una selezione a cui hanno partecipato in totale 75 candidati, sono stati assegnati i 14 premi per le migliori tesi di dottorato di ricerca discusse nel 2021 all’Università di Pisa. Giunta alla sua terza edizione, l’iniziativa rappresenta un importante momento per il riconoscimento del lavoro di tesi svolto dai dottori di ricerca, quale contributo allo sviluppo e alla valorizzazione della ricerca dell’Ateneo pisano. I premi, suddivisi tra i vari settori disciplinari, sono stati conferiti ai seguenti vincitori.

Per il settore Scienze matematiche, informatiche, fisiche e Scienze della Terra sono stati premiati Giulia Tuci, dottoressa di ricerca in Fisica, per la tesi “Searching for confirmation of charm CP violation in Ks^0 final states at LHCb” (relatore professor Giovanni Punzi), Luca Versari, dottore di ricerca in Informatica, per la tesi “Compression techniques for large graphs: theory and practice” (relatore professor Roberto Grossi, commissari professor Flavio Chierichetti, professor Bruno Crispo, García Sánchez, José Daniel) e Matteo Verzobio, dottore di ricerca in Matematica, per la tesi “Primitive divisors of elliptic divisibility sequences” (relatore professor Roberto Dvornicich).

Per il settore Scienze chimiche, Scienze biologiche, Scienze agrarie e Scienze del farmaco sono stati premiati Gianluca Casotti, dottore di ricerca in Scienze chimiche e dei materiali, per la tesi “New protocols for the chemo-, regio- and stereoselective formation of C-C bonds via organometallics also by using innovative synthetic techniques” (relatrice professoressa Anna Iuliano), e Manuel Gentiluomo, dottore di ricerca in Biologia, per la tesi “Identification of new germline variants associated with the risk of developing pancreatic cancer using genome-wide data” (relatore professor Daniele Campa).

Per il settore Scienze mediche e Scienze veterinarie sono stati premiati Martina Francesconi, dottoressa di ricerca in Scienze cliniche e traslazionali, per la tesi “Development of an Innovative Portable and Easy-to-use Ultrasound-based System for Carotid Biomarkers Assessment” (relatori dottoressa Rosa Maria Bruno, dottoressa Elisabetta Bianchini,  dottor Vincenzo Gemignani), e Anello Marcello Poma, dottore di ricerca in Fisiopatologia clinica, per la tesi “The Transcriptional Coactivator TAZ Has an Opposite Impact on Progressionfree Survival of Metastatic Colorectal Cancer Patients Depending on Colorectal Cancer Assigner Subtypes” (relatore Fulvio Basolo).

Per il settore Ingegneria civile e architettura, Ingegneria industriale e dell’informazione sono stati premiati Andrea Motroni, dottore di ricerca in Ingegneria dell’informazione, per la tesi “UHF-RFID Technology for Indoor Localization in Industrial Internet of Things Scenarios” (relatore professor Paolo Nepa, professor Giuliano Manara, professoressa Alice Buffi), Andrea Chiocca, dottore di ricerca in Ingegneria industriale, per la tesi “Influence of residual stresses on the fatigue life of welded joints” (relatore professor Francesco Frendo), Anna Lapomarda, dottoressa di ricerca in Ingegneria dell’informazione, per la tesi “Green biofabrication of pectin-based scaffolds for tissue engineering applications” (relatore professor Giovanni Vozzi, ingegnere Carmelo De Maria).

Per il settore Scienze dell’Antichità, filologico-letterarie, storico-artistiche, storiche, filosofiche, pedagogiche, psicologiche sono stati premiati Linda Fiasconi, dottoressa di ricerca in Filologia, Letteratura e Linguistica, per la tesi “Re-thinking Afrikaner Identity in the New South Africa: An exploration of Post-Apartheid Narrative by André Brink, Antjie Krog, and Mark Behr” (relatrice professoressa Laura Giovanelli), Marzia D’Angelo, dottoressa di ricerca in Scienze dell’Antichità e Archeologia, per la tesi “Philodemus, Opus incertum, PHerc. 89/1301/1383: edizione critica, traduzione e commento” (relatrice professoressa Francesca Maltomini). 

Per il settore Scienze giuridiche, economiche e statistiche, Scienze politiche e sociali sono stati premiati Paola Imperatore, dottoressa di ricerca in Scienze politiche, per la tesi “Davide contro Golia. Protesta e territorio in Italia: una prospettiva interazionista e comparata per l’analisi dei conflitti Locally Unwanted Land Use” (relatore professor Massimiliano Andretta) e Fabio Magnacca, dottore di ricerca in Economia aziendale e management, per la tesi “Management accounting practices and value creation in the parsifal project” (relatori professor Riccardo Giannetti, professoressa Giovanna Mariani, professor Marco Allegrini).