Nell’estate dei grandi ritorni non poteva mancare quello del concerto all’alba al Bagno degli Americani di Tirrenia. L’appuntamento è fissato a domenica 31 luglio alle 6.00. Protagonista al civico 8 di viale del Tirreno il duo formato da Elisabetta Maulo & Mattia Donati, che intratterrà il pubblico nel magico e suggestivo scenario offerto dalle prime luci del mattino sulla spiaggia.

I musicisti presentano così l’appuntamento: “La fiaba che raccontiamo risveglia l’animo più dolce, infantile e puro. Come le interpretazioni degli standard che andremo a suonare. Le nostre sono storie di vita completamente differenti, che si incontreranno grazie ai brani classici degli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta che rileggeremo sotto chiave poetica. Fischer, F. Waller, Gershwin, Monk e tanti altri saranno gli autori protagonisti di questa incredibile alba”.

Il bar sarà aperto per la colazione. Ingresso libero. Informazioni: 342 3513884.

“Ecco il primo concerto all’alba della stagione, appuntamento molto atteso e ormai una vera e propria tradizione per il pubblico del Bagno degli Americani – commentano Davide BaniAlberto Gabbrielli e Stefano Vitali dell’associazione Cineclub Arsenale -. La stagione dei concerti in programma tutti i venerdì sera, in collaborazione con il Borderline, sta andando molto bene e siamo contenti di proporre anche questo appuntamento all’alba. L’ingresso sarà gratuito, mentre il bar sarà a disposizione del pubblico per la colazione”.

La scheda dei musicisti.

Elisabetta Maulo

Cantante e improvvisatrice, Elisabetta Maulo nasce a Montegranaro (FM) nel 1979, un grazioso paese delle Marche, dove coltiva fin da piccola la sua passione per la musica iniziando subito a esplorare il pianoforte e la sua voce. All’età di 19 anni si trasferisce a Pisa dove cresce artisticamente. Ha alle spalle studi e seminari di improvvisazione vocale e canto jazz tenuti da grandissime cantanti come Marta Raviglia e Lynn Cassier. Nel 2013 conosce Kaya Anderson (Roy Art Theater) e partecipa al suo seminario “Voce Umana” e si innamora del legame sanguigno e viscerale che c’è tra il corpo e la voce. Inizia quindi a confrontarsi con il teatro partecipando come protagonista allo spettacolo di Gian Burrasca e Pinocchio al Teatro Verdi di Pisa (regia di Erika Gori), e allo spettacolo degli Oscillanti (libretto Claudio Morandini, musiche Marta Raviglia, Manuel Attanasio) al Conservatorio di Cesena “Bruno Maderna”. Affascinata dalle infinite possibilità della voce, si confronta con repertori che vanno dal blues al jazz cantando in diverse formazioni tra cui: Betta Blues Society con la registrazione di quattro dischi (“Betta Blues Society” e “Roots” e “Let them out” e “Different Stories” usciti per l’etichetta del Popolo del Blues), il duo con Roberto Luti (Playing For Change) la Wide Orchestra, il quartetto More Sundays con l’uscita del primo disco (Early) sotto l’etichetta di Improvvisatore Involontario, quartetto capitanato dal pianista Piergiorgio Pirro con Tony Cattano (trombone) e Beppe Scardino (sax baritono e clarinetto basso). Il nuovo ep “Apartogetherapart”, sempre con Piergiorgio Pirro, è basato su ricerche sonore differenti e sperimentali. Vive a Bruxelles.

Mattia Donati

È un cantante, chitarrista e compositore livornese. Ha studiato chitarra con Gabrio Baldacci e jazz con Andrea Pellegrini. Nel 2012, con un repertorio di inediti strumentali, si aggiudica il primo premio al Senzafilo Music Contest di Pisa. Negli anni successivi insegna chitarra, registra e porta in giro per la Toscana un repertorio di classici swing (Mattia Donati Swinging Songs, Triple Sec), suona bluegrass (con Yari Spadoni e Matteo Anelli) e afrobeat (con i Sonalastrana) e collabora con vari jazzisti toscani (Andrea Pellegrini, Nico Gori & Pisa Jazz Swing 10tet, Chiara Pellegrini, Mirco Capecchi). Parallelamente all’attività concertistica, si dedica alla scrittura cantautorale, coniugando un solido background jazzistico, una voce delicata e ben riconoscibile e una scrittura semplice e spontanea.