L’amministrazione comunale ha ideato un diario di viaggio da offrire alle strutture recettive del territorio che potranno donarlo ai loro clienti. Questo diario di viaggio nasce come strumento per il “cittadino temporaneo” per annotare impressioni e riflessioni sulla città di Volterra e dare vita ad un racconto fatto di esperienze e nuove scoperte. Tra le pagine bianche sono presenti dieci annotazioni con immagini, descrizioni e una mappa per raggiungere alcune fra le molte curiosità che la città nasconde. Un punto di partenza per il racconto dei visitatori alla scoperta del grande patrimonio paesaggistico e culturale di Volterra.
“Abbiamo pensato al diario di viaggio – dichiara Viola Luti, assessora al Turismo di Volterra – per offrire una nuova forma di accoglienza rivolta ai visitatori di Volterra, un omaggio di benvenuto che possa rappresentare uno strumento di scambio di emozioni tra il turista e i luoghi visitati e che possa costituire un incentivo a soggiornare a Volterra e a conoscere il patrimonio artigianale, eno-gastronomico, culturale e paesaggistico del nostro territorio. Questa iniziativa, oltre a rafforzare il legame tra il settore pubblico e gli operatori privati, creando una nuova forma di collaborazione, valorizza la qualità del lavoro degli addetti del settore della nostra città nei confronti dei visitatori che, grazie alla loro professionalità e alle loro attenzioni, fanno in modo che i turisti possano “sentirsi a casa”. Un grazie particolare – conclude Luti – ad Andrea Salvadori che ha ideato e curato la grafica del diario di viaggio, al responsabile del settore Turismo Alessandro Bonsignori e al direttore della Pinacoteca Alessandro Furiesi per aver reso possibile la realizzazione del progetto”.