Diciassette concerti da ottobre a giugno, musiche di epoche diversissime, esibizioni di artisti conosciuti e di giovani brillanti interpreti, con tante orchestre, ensemble e solisti internazionali che calcheranno il Teatro Verdi di Pisa. Tornano I Concerti della Normale: un cartellone ideato dal maestro Carlo Boccadoro e presentato quest’oggi nella Sala Azzurra del Palazzo della Carovana in Piazza dei Cavalieri, scenario di 3 appuntamenti del ciclo “Scatola sonora” dedicato alla musica da camera e alle sperimentazioni.

  La rassegna di musica della Scuola Normale Superiore è giunta quest’anno alla 56esima edizione e riprende in piena presenza e con possibilità di abbonarsi all’intera stagione (sabato 1, martedì 4, mercoledì 5 ottobre è previsto il rinnovo degli abbonamenti, dal 6 all’8 ottobre la vendita di nuovi, mentre dall’11 ottobre inizia la prevendita alle singole rappresentazioni). La serata inaugurale sarà il 18 ottobre, 212° anniversario dell’atto di fondazione della Scuola Normale, con un nome di livello internazionale, Fabio Biondi, in questa occasione nelle vesti di violinista e direttore dell’Orchestra Europa Galante, alle prese con fantasie di Vivaldi. Un concerto all’insegna della gioiosità e luminosità, cui gli appassionati potranno a assistere gratuitamente su prenotazione, grazie al contributo straordinario della Fondazione Pisa, anche quest’anno partner della stagione.

  L’intero cartellone prevede musiche di epoche diversissime, da pagine del 1600 italiano al Novecento di Stravinskij e Prokofiev grazie all’Orchestra della Toscana. Accanto a nomi già intervenuti in passato ai Concerti della Normale, come quelli di Alessandro TavernaDaniele RustioniFrancesca Dego, saranno presenti musicisti come Gabriele Carcano, il Trio DebussyJulia FisherAndrew Litton, l’Accademia Strumentale ItalianaCostantino Catena, che arrivano forti di carriere di ampio respiro a livello internazionale.

Appuntamenti attesi anche quelli del Trio di Gidon Kremer, del Quartetto Carducci, del gruppo giovanissimo Quartetto Eos, che sta riscuotendo un grande successo in Italia e all’estero e che arriva per la prima volta a Pisa. Non mancherà anche il dialogo con la contemporaneità, con Le Sonate per pianoforte di Beethoven affiancate a quella del giovane compositore Matteo Manzitti, con il Trio di Faurè avvicinato da quello di Alberto Colla, con il ciclo di commissioni per quartetto d’archi a Carlo Galante e Filippo Del Corno. Per la prima volta i Concerti faranno un salto nel mondo della canzone d’autore grazie alla voce di Alice che, assieme a Carlo Guaitoli al pianoforte riproporrà in versione liederistica alcune celebri canzoni di Franco Battiato nel giorno in cui cade il suo compleanno. Presente anche un’opera dedicata ai bambini, Alì Babà e i quaranta ladroni, con testo e musica di Paolo Arcà. I concerti del ciclo “Scatola sonora” con Antonio Ballista al pianoforte, con l’ensemble Il Rossignolo, con Loredana Gintoli e la sua Arpa tripla.

 Alla presentazione della stagione sono intervenuti Luigi Ambrosio (Direttore Scuola Normale Superiore), Stefano Del Corso (Presidente Fondazione Pisa), (Alessandro Carugini Fondazione Teatro di Pisa), Mario Piazza (Vice Direttore Scuola Normale Superiore, Presidente Commissione Terza Missione).