Alle h 19.30 di venerdì sera una pattuglia della Squadra Volanti della questura è intervenuta in via Lenin a S. Giuliano Terme, su segnalazione di una donna ivi residente che chiedeva l’ intervento della Polizia perché suo marito, palesemente alterato, stava litigando con una persona sulla pubblica via e minacciava di aggredirlo. La Sala operativa ha inviato celermente sul posto la pattuglia più vicina, che è riuscita a individuare il soggetto segnalato, che in effetti stava inveendo contro un altro uomo e  minacciava di aggredirlo. I poliziotti hanno separato i due, li hanno riportati alla calma  e proceduto alla loro identificazione; nello specifico, il passante che era stato minacciato ha riferito, in tutta tranquillità, di conoscere di vista l’ esagitato, un 45enne residente come lui nella città termale, di essere stato sì minacciato ed offeso senza alcun motivo dall’ uomo, ma di non essere stato percosso grazie al tempestivo intervento della pattuglia, pertanto di non essere intenzionato al momento di sporgere querela nei confronti dell’ aggressore. Di tutt’ altro tenore l’ atteggiamento di quest’ ultimo, persona conosciuta agli archivi della Polizia sia per reati contro il patrimonio che contro la persona, che da subito ha tenuto un atteggiamento ostico ed anzi violento contro gli operatori, minacciandoli di morte, offendendoli a più riprese e mostrando loro i genitali come segno di disprezzo. I poliziotti sono stati costretti a caricarlo sull’ auto di servizio per procedere nei suoi confronti, rimediando anche qualche colpo sferrato nelle concitate fasi; nel tragitto fino alla questura l’ energumeno ha continuato con gli improperi, danneggiando inoltre a calci il vetro e la portiera della bolla di sicurezza dell’ auto di servizio. Tratto in arresto nella flagranza dei reati di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, oltraggio a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato ai danni dello Stato, i poliziotti hanno fatto intervenire un’ ambulanza per le cure mediche dovute al suo stato di alterazione da assunzione di alcol. Sentito il PM di turno, questi ha disposto che l’ uomo fosse trattenuto nelle celle di sicurezza della questura, in attesa del processo per direttissima di sabato.