“Il Consiglio Comunale di Cascina, nelle sedute di lunedì e martedì ha compiuto un importante passo in avanti verso l’approvazione del Piano Strutturale Intercomunale.
Si è trattato di un passaggio molto importante, visto che i consiglieri erano chiamati ad esprimersi sulle controdeduzioni alle osservazioni pervenute, oltre 160, e da cui sono scaturiti importanti cambiamenti al testo adottato dalla precedente amministrazione.
Cittadini, associazioni, soggetti politici, istituzioni (basta pensare ai numerosi contributi pervenuti dai settori della Regione Toscana) e l’attuale amministrazione, entrata in carica poche settimane dopo quell’adozione superficiale, hanno contribuito a mettere in evidenza mancanze e leggerezze del Piano adottato.

Sono serviti due anni di lavoro intenso e incarichi per approfondire tematiche importanti, come ad esempio quello sulla mobilità, per apportare le modifiche ritenute indispensabili e giungere alla votazione dei giorni scorsi.
La giunta Rollo-Lega, usando ben altro che il buonsenso citato dal consigliere di FDI Lazzerini, aveva deciso di adottare in maniera frettolosa uno strumento di pianificazione, fondamentale per lo sviluppo del territorio, approfittando dell’emergenza Covid e del conseguente slittamento delle scadenze elettorali.

Questa maggioranza ha scelto di non gettare via tutto, ma di far leva proprio sulle osservazioni e i contributi pervenuti per riallineare il Piano ad una diversa visione del territorio nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini.
I maggiori traguardi raggiunti, che consentiranno un uso del territorio responsabile, riguardano: una drastica riduzione del consumo di suolo, lo stralcio di previsioni infrastrutturali prive di qualsiasi sostenibilità (come il Ponte carrabile collocato nell’Ansa dell’Arno), l’inserimento di nuove prescrizioni ai Piani operativi comunali che dovranno necessariamente essere preceduti da approfondimenti socio-economici e demografici, una maggiore attenzione al disegno complessivo del verde urbano ed extraurbano insieme alla centralità delle frazioni, una nuova visione per lo sviluppo della mobilità dolce attraverso il potenziamento della rete ciclabile e l’estensione della navigabilità del fiume Arno.

Non possiamo pertanto che essere soddisfatti che anche Lega e Fratelli di Italia abbiano accolto positivamente (con il loro voto a favore) tutti questi cambiamenti, dando merito a questa amministrazione di essere arrivata dove loro non erano riusciti ad arrivare. Un voto favorevole comunque ininfluente sull’esito della delibera, essendo la maggioranza sempre stata autonoma per il raggiungimento dei voti necessari.”

Giovanni Russo, Segretario PD Cascina
Alessia Marrucci, Capogruppo PD