Si è svolta martedì 13 settembre in un’affollata Sala dei Comuni, presso il Polo Maccarone, l’ultima riunione in ordine di tempo del tavolo programmatico per l’edilizia scolastica pisana, messo a punto dalla Provincia di Pisa da oltre 10 mesi ad oggi. Hanno preso parte alla riunione, tra gli altri: il presidente della Provincia di Pisa Massimiliano Angori, la consigliera alla Programmazione Scolastica Antonietta Scognamiglio, la consigliera all’edilizia scolastica Cristina Bibolotti, la struttura tecnica provinciale, il Comune di Pisa nella persona dell’assessore alle Politiche scolastiche Sandra Munno, tutti i rappresentanti degli istituti scolastici cittadini, rappresentanti dell’Osservatorio Permanente Provinciale Scuole e di Cittadinanza Attiva.

Con l’imminente avvio del nuovo anno scolastico abbiamo ritenuto doveroso fare un punto con una nuova riunione del tavolo per saggiare, insieme agli istituti, lo stato dell’arte con cui andiamo a riaprire le scuole cittadine, dopo la situazione complessa che è stata vissuta all’inizio dello scorso anno scolastico”

afferma il Presidente Massimiliano Angori. “In queste ore sono in corso la consegna dei banchi e si stanno facendo le ultime rifiniture ai plessi a cura della struttura tecnica provinciale, prima del suono della prima campanella di domani. In generale viene confermata una situazione che ad oggi non presenta gravi criticità per quanto concerne gli spazi, dal momento che,come già annunciato nelle scorse settimane, nel complesso, sono state rintracciate alcune decine di aule in più rispetto allo scorso anno. Questo è il risultato della concertazione e della sinergia tra gli istituti stessi che, dopo aver rinunciato alla soluzione di immobili esterni che erano stati rintracciati attraverso un apposito avviso pubblico dal nostro Ente, hanno agito con impegno nel convogliare le forze, supportandoci di fatto a cercare di gestire nel miglior modo possibile tutti gli spazi scolastici a disposizione della stessa Provincia di Pisa.  Tuttavia, il tavolo rimarrà aperto anche nei prossimi mesi per gestire la situazione nel suo complesso, anche alla luce di quella che sarà eventualmente la reale situazione relativamente al Covid19, con un serrato confronto anche su questa tematica con i Dirigenti Scolastici. Stiamo anche pensando a una rimodulazione del tavolo, su suggerimento stesso di alcuni Dirigenti Scolastici, in modo da snellire le procedure e i tempi degli incontri, andando a realizzare una sequenza di riunioni in base alle esigenze dei vari istituti. Inoltre, ritenendo senz’altro positiva questa esperienza di confronto allargato a tutte le componenti cittadine, con uno sforzo organizzativo e gestionale comunque non indifferente per la struttura tecnica provinciale, intendiamo estendere questa modalità di lavoro del tavolo, andandone a costituire uno specifico per l’edilizia scolastica provinciale extra Pisa, se così possiamo definirla. Ed è doveroso sottolineare, tuttavia, che finanziamenti strutturali per l’edilizia scolastica per una scuola veramente buona, saranno imprescindibili da parte del nuovo Governo. Un sentito ringraziamento dunque a tutti coloro che in questi mesi hanno collaborato a questa positiva esperienza: i Dirigenti Scolastici con le loro istituzioni, il Comune di Pisa, l’Università di Pisa, il Cpia, l’Osservatorio  Permanente Scuole Provinciale  Cittadinanza Attiva e ovviamente un ringraziamento anche alla struttura tecnica provinciale. Che sia un buon inizio di anno scolastico per tutti e tutte”, conclude Angori.


Uno sforzo che senza dubbio intendiamo continuare a fare perchè senza un attento confronto e una seria pianificazione non sarebbe possibile ottenere buoni risultati, anche se è necessario che alle Province arrivino adeguate risorse umane ed economiche per cambiare davvero, nel profondo, il contesto dei nostri istituti e dei nostri plessi a livello provinciale“,aggiungono le Consigliere provinciali Scognamiglio e Bibolotti.

Adesso, come Provincia di Pisa, è nostra intenzione attivare anche un tavolo specifico sulla Programmazione Scolastica, che, come abbiamo visto, è strettamente legata alla questione dell’edilizia e la pandemia, se necessario, ce lo ha dimostrato ancora di più”, sottolinea la Consigliera Scognamiglio. “La sinergia dimostrata dagli istituti pisani è stata senza dubbio un’ottima base di partenza per rintracciare le soluzioni necessarie a livello cittadino; adesso a livello centrale e statale è indispensabile che siano messe a disposizione delle Province maggiori risorse per mettere a punto interventi di edilizia scolastica fondanti come la realizzazione di nuovi plessi. Un ringraziamento va a tutti i soggetti coinvolti e pienamente collaborativi del tavolo, insieme a un sentito augurio di buon anno scolastico a tutti”, dichiara la Consigliera Bibolotti.