“Le grotte di Vecchiano. L’esperienza di Fornaciari e Gambini” a cura del Gruppo Archeologico Vecchianese,in programma per sabato 24 settembre alle 21.30 in Sala Consiliare, nuovo evento dell’Estate Vecchianese. L’ultimo spettacolo del cartellone estivo in programma era “Le Cervellone” a cura dell’AtTieSse che si sarebbe dovuto andare in scena all’Olimpia il 30 settembre: lo spettacolo tuttavia è rinviato a data da destinarsi per motivi tecnici organizzativi. Appena l’associazione comunicherà una nuova data ne daremo ampia comunicazione.

Tornando allo spettacolo del 24 settembre, “siamo molto soddisfatti di questo evento che aprirà le porte della nostra Sala Consiliare a delle eccellenze della ricerca pisana che ci permetterà contemporaneamente di celebrare delle Giornate Europee del Patrimonio 2022” afferma il Sindaco Massimiliano Angori.

“Il mese di  settembre è un mese particolare per la nostra provincia di Pisa,  colmo di eventi di rievocazione medievale e di iniziative di carattere storico archeologico e come Gruppo Archeologico Vecchianese abbiamo voluto introdurre alcune date nel calendario delle attività comunali” fanno sapere dal Gav.

“Abbiamo voluto promuovere una conferenza per l’Estate Vecchianese e siamo riusciti a rientrare con i musei pisani che partecipano alle Giornate Europee del Patrimonio 2022

Sabato 24 alle 21.30 saremo lieti di avere come relatori ancora con noi il Prof. Gino Fornaciari e per la prima volta, Marcello Gambini, nostro concittadino e collaboratore di lunghissima data del professore.

Durante la conferenza ci presenteranno la loro esperienza diretta di investigazione e scavo delle grotticelle vecchianesi effettuate negli anni 70-80. Grotte, che vale la pena di ricordare, sono state scoperte dallo stesso Gambini.

Gli scavi portarono alla luce importanti reperti e sepolture di epoca preistorica che permisero di identificare un gruppo culturale locale eneolitico che da allora è stato definito “di Vecchiano” (inizi del III millennio a.C.). Ceramiche, manufatti in osso o conchiglia a corredo delle sepolture provenienti dalle grotte sono conservati ed esposti nel Museo Archeologico e dell’ Uomo A.C. Blanc di Viareggio.

Fra le varie grotte dell’area Vecchiano/Massarosa verrà descritto anche lo scavo della “Grotta dell’Inferno”, che costituisce il giacimento più caratteristico di questo aspetto culturale.

Recentemente siamo riusciti a rientrare fra gli eventi delle Giornate Europee del Patrimonio 2022, in passato è stato per noi un appuntamento fisso e ci fà un grandissimo piacere ritornare ad aprire le porte della nostra sede, del Santuario e del Castello all’interno di questa importante manifestazione culturale d’Europa.

Domenica 25 organizzeremo, inoltre, delle visite guidate dalle 14.30 alle 17.30 con cadenza oraria. 

Sarà possibile conoscere aspetti della storia di Vecchiano che spaziano dall’epoca preistorica a quella medievale e non solo, oltre ad ammirare la bellezza del nostro territorio dalla posizione privilegiata del Santuario di Santa Maria in Castello.

Il Castello fu uno fra i primi costruiti nel territorio di Vecchiano ed è stato testimone delle battaglie che hanno interessato il territorio di Pisa fino al 1500. Nonostante il diroccamento operato dai fiorentini, parte delle  sue strutture sono sopravvissute fino ai giorni nostri inglobate nel Santuario di Santa Maria, e le sue rovine, immerse fra gli olivi e lambite dal sentiero CAI 103 “L’anello di Vecchiano”, sono un tesoro giunto a noi e un’eredità per il futuro.

Le informazioni relative alle iniziative sono disponibili sui social FB e Instagram, sul sito https://gruppoarcheologicovecchianese.wordpress.com e siamo a disposizione per qualsiasi necessità all’indirizzo gruppoarcheologicovecchianese@gmail.com

Sponsor unico dell’Estate Vecchianese è Orsini Franco srl.

Tutti i dettagli sul sito www.comune.vecchiano.pi.it