Nel territorio della Compagnia di Pontedera, i Carabinieri, nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, hanno arrestato un uomo, già destinatario di un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria che gli vietava di avvicinarsi alla ex convivente, vittima di atti persecutori, ragione per la quale, in precedenza, gli era stato applicato un dispositivo elettronico di localizzazione al fine di monitorare e prevenire i suoi ulteriori contatti con la vittima.

Pochi giorni or sono, l’uomo si rendeva irreperibile, quindi non era materialmente possibile tracciare la sua posizione e neanche prevenire o impedire il suo avvicinamento alla ex convivente.
Tale comportamento portava la competente Autorità Giudiziaria a emanare, immediatamente, nei suoi confronti, un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari.
L’uomo è stato veniva rintracciato dai Carabinieri, che hanno dunque eseguito il provvedimento, collocandolo, infine, agli arresti domiciliari presso la sua residenza, con applicazione del braccialetto elettronico.
Si ricorda, ancora una volta, che la tutela delle fasce protette della popolazione rappresenta una costante priorità nel servizio quotidiano reso dai Carabinieri che ininterrottamente lavorano per rinvigorire la fiducia nelle Istituzioni, con l’obiettivo finale della tutela di ogni singolo cittadino.