Si dividono consensualmente le strade di Raffaele Ferrara e del Pisa Sporting Club.

A venti giorni dall’eliminazione dai playoff per mano della Viterbese, e dalle ultime dichiarazioni ufficiali rilasciate dai tesserati nerazzurri, il Pisa Sporting Club 1909 rompe il silenzio per comunicare due novità molto attese dall’interno ambiente. Raffaele Ferrara non sarà il responsabile dell’area tecnica nella stagione che inizierà il prossimo 1 luglio, le cui linee guida verranno presentate e approfondite dalla conferenza stampa indetta per domani, mercoledì 13 giugno. La frattura, interna ed esterna, era di quelle insanabili. Raffaele Ferrara, da oggi ex responsabile dell’area tecnica nerazzurra, non godeva più né della fiducia dell’ambiente (mai realmente conquistata, a dir la verità), né degli azionisti di maggioranza della società di via Battisti. Sono stati giorni e settimane di fitti colloqui, di appuntamenti, chiarimenti e ripensamenti. Ma alla fine è passata la linea sponsorizzata da Vittorio Calissi (proprietario del 20% delle quote del club) sin dai giorni immediatamente successivi alla deludente eliminazione dai playoff. Il Pisa dà un taglio netto con il passato nell’area tecnica, incassando le dimissioni dell’ex Ds di Reggiana e Pro Patria e apprestandosi a presentare il nuovo profilo che ne prenderà l’eredità.

Calissi ne aveva chiesto la testa come primo e principale capro espiatorio del fallimento sportivo della stagione, e dopo numerosi confronti con Corrado e Ricci si è andati verso questa soluzione. Ferrara non ha ritenuto proficuo né per sé e neanche per la società proseguire con la collaborazione, e nella giornata di oggi ha rassegnato le dimissioni.

 

Fonte foto: Pisachannel.