Sono ancora i calci di rigore a sbarrare la strada al Pontedera in Coppa, era successo nella semifinale contro l’Alessandria il 6 marzo scorso, è accaduto anche ieri sera al “Libero Liberati” di Terni senza voler ricordare la beffa di Lecce del 11 maggio 2014 che per alcuni giocatori (Caponi e Vettori) in primis è ancora una ferita aperta e per i tifosi. Tornando alla gara contro la Ternana, la truppa di Ivan Maraia esce a testa alta contro un avversario con alcuni giorni di preparazione in più nelle gambe, dal valore tecnico non trascurabile seppur non sappia ancora la categoria in cui andrà a giocare e con una rosa da completare. I granata hanno messo in campo una formazione vicina a quella titolare, con Biggeri fra i pali, Borri, Fontanesi e Ropolo in difesa, Magrini e Masetti sugli esterni con Caponi centrocampista centrale affiancato dai dinamici La Vigna e Calcagni con Mannini in appoggio a Pinzauti.

PRIMO TEMPO VIBRANTE. Come logico è la Ternana a prendere il comando delle operazioni, ma è il Pontedera a sbloccare il confronto al 13′ grazie a La Vigna innescato da Pinzauti, il suo pallonetto è preciso non lasciando scampo a Iannarilli per il vantaggio granata. La Ternana reagisce e nel giro di un quarto d’ora si guadagna un calcio di rigore, per l’intevento di Masini ai danni di Nesta. Dagli undici metri Vantaggiato spiazza Biggeri per il pareggio. Continuano a spingere i padroni di casa, al 32′ Defendi manda in verticale Nesta, il suo sinistro esce di poco. Al tramonto della prima frazione ci prova Vives sempre su assist di Defendi con palla a lato non di molto.

SPINGONO LE FERE. Premono il piede sull’acceleratore gli umbri ad inizio ripresa, al 53′ prima Vantaggiato e un minuto dopo Nesta chiamano in causa Biggeri, che in entrambe le circostanze risponde presente con grande sicurezza.  Dopo una lunga fase dove le due squadre non riescono a superarsi e prevale l’equilibrio sul rettangolo di gioco, sono i rossoblù a sfiorare ancora il vantaggio: Lopez scodella un pallone in mezzo all’area, dove Vantaggiato al volo obbliga ancora il portiere granata ad una impegnativa respinta.

TEMPI SUPPLEMENTARI Al 5′ del primo tempo supplementare clamorosa occasione per i padroni di casa: Giraudo la mette in mezzo per Gasparetto, la sua conclusione viene respinta dalla traversa, poi Biggeri smanaccia, si avventa Vives, il suo tiro respinto da un difensore granata. risponde il Pontedera con Gargiulo pescato in area, ma Iannarilli respinge il suo tiro, poi nel secondo tempo supplementare è Tommasini in scivolata a mandare alto non di molto. Poi i calci di rigore premiano la freddezza dei padroni di casa che affronteranno in trasferta il Carpi sabato prossimo, per i granata buoni segnali nella prima uscita, ma sono indicazioni di fine luglio da prendere con le molle

 

TERNANA-PONTEDERA 5-3 Dopo i calci di rigore

TERNANA (4-3-3): Iannarilli; Fazio, Gasparetto (12′ 2ts Mazzarani) Bergamelli, Lopez; Altobelli, Vives, Giraudo; Nesta (78′ Repossi), Vantaggiato, Defendi. A disp. Vitali, Mennini, Diakite  All De Canio.

PONTEDERA (3-5-2): Biggeri, Borri, Fontanesi, Ropolo;  Magrini, La Vigna (8′ 1ts Bruzzo), Calcagni (87′ Gargiulo) Caponi, Masetti (72′ Benedetti A); Mannini, Pinzauti (61′ Tommasini).  A disp. Sarri, Bianchi, Benassai, Giuliani, Vettori, Pandolfi, Benedetti R All. Maraia.

ARBITRO: Camplone di Pescara. Di Giacinto/ Micaroni

RETI: 13′ La Vigna, 27′ Vantaggiato su Rigore

SEQUENZA RIGORI: Mannini (P) Gol, Lopez (T) Gol, Bruzzo (P) Alto, Vantaggiato (T) Gol, Borri (P) Gol,  Defendi (T) Gol, Tommasini (P) parato, Altobelli (T) Gol

NOTE: Ammonito Altobelli. Spettatori 2000 circa con rappresentanza di tifosi granata.