In seguito alle parole utilizzate nel corso della conferenza stampa di presentazione di Roberto Gemmi, si è aperta una grande frattura fra il Pisa Sporting Club e Toscana Aeroporti, azienda che gestisce gli scali aeroportuali di Pisa e Firenze. La giornata di oggi è trascorsa con una serie di rimpalli di accuse, rimostranze e critiche che lasciano presagire foschi scenari fra il sodalizio nerazzurro e la società che mette le ali alla Toscana.

L’oggetto del contendere sono le supposte – e non ancora documentate e verificate – intenzioni di Toscana Aeroporti di sponsorizzare nella prossima stagione la Fiorentina, a discapito evidentemente del Pisa S.C. L’azienda non ha accettato di buon grado i dubbi di Corrado circa l’effettiva convenienza di questa scelta, ed ha scelto parole dai toni duri per rispondere al numero uno nerazzurro. Questo il comunicato integrale.

Toscana Aeroporti esprime stupore in seguito alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente della A.C. Pisa Giuseppe Corrado.
Stupisce infatti che, per rinnovare un contratto in scadenza, si scelga la via alquanto inusuale di commentare pubblicamente indiscrezioni peraltro mai confermate e fare supposizioni assolutamente inappropriate e fuori luogo. Toscana Aeroporti – che negli ultimi 18 mesi ha compiuto un importante investimento a supporto della squadra, dimostrando impegno e serietà – si sarebbe aspettata un atteggiamento diverso. L’unico modo che la Società conosce per rinnovare una partnership è quello di convocare un incontro tra le parti proponendo un progetto a supporto e non offendere e inveire durante una conferenza stampa. Non un bel modo per chiedere di confermare una sponsorizzazione.
La Società si sarebbe aspettata invece una richiesta di incontro, una lettera o perfino una semplice telefonata o e-mail di richiesta. Nulla di tutto questo. Solo offese pubbliche. Ora la prima cosa che Toscana Aeroporti si aspetta sono dunque pubbliche scuse“.

A strettissimo giro di posta è arrivata la risposta del presidente del Pisa.

Non mi pare che rispondere alla domanda di un giornalista relativamente alla possibilità di rinnovare i contratti di sponsorizzazione in scadenza e manifestare la speranza che Toscana Aeroporti possa rinnovare il contratto di sponsorizzazione con la squadra della città sede della Stazione aeroportuale più importante della Regione significhi inveire o mancare di rispetto a qualcuno. Spiace poi, apprendere che rispondere alla domanda di un giornalista venga interpretato come un modo inusuale di proporre il rinnovo di un contratto specie se si sta manifestando, in modo del tutto garbato, la sola speranza che Toscana Aeroporti possa continuare ad essere uno sponsor del Pisa. In questi mesi molte e-mail sono state inviate da me personalmente alla Direzione di Toscana Aeroporti, al fine di monitorare i risultati, ma da parte dei dirigenti di Toscana Aeroporti non è mai filtrata neanche una minima risposta di messaggio ricevuto. Credo, pertanto, che dovrebbe essere il Pisa Sporting Club a dover ricevere delle scuse a riguardo. Mi è poi doveroso sottolineare che, per sostenere adeguatamente un progetto sportivo, non è solo importante sottoscrivere impegni contrattuali ma anche onorare le scadenze previste dagli stessi al fine di non creare difficoltà alla controparte. In questi mesi più volte il Pisa Sporting Club avrebbe potuto meritare delle scuse per torti subiti ed atteggiamenti strumentali e non corretti ricevuti ma la società ha guardato avanti con orgoglio sapendo che l’onestà intellettuale alla fine sarà premiata”.

Quando ormai la serata aveva preso il posto del pomeriggio la diatriba ed il botta a risposta a distanza sembrava aver trovato un punto di arrivo. Ed invece la giornata è stata chiusa dal secondo comunicato ufficiale di Toscana Aeroporti, che ha ribadito così la sua posizione.

In merito alla replica de presidente Corrado, Toscana Aeroporti prende atto di come Errare umanum est sed perseverare diabolicum. Dica il presidente quale richiesta ha fatto per mail, per telefono o persino di persona alla direzione di Toscana Aeroporti per chiedere un nuovo contratto di sponsorizzazione. Gli possiamo rispondere: nessuna. Dica anche quale contratto Toscana Aeroporti non avrebbe onorato: nessuno. Toscana Aeroporti ha onorato sempre i suoi impegni, perché ha molto a cuore Pisa e tutte le sue attività. Nonostante Corrado“.

 

Fonte foto: Pisachannel.