Il legame fra San Miniato è il proprio passato è indissolubile, la memoria è un valore importante e preservarlo è fondamentale. Per questo sono stati programmati Due intensi giorni di commemorazioni per il Comune della torre. Domenica 22 luglio ricorre il 74esimo anniversario delle vittime del Duomo, avvenuta il 22 luglio 1944, in cui persero la vita 55 persone. La mattinata, organizzata dal Comune di San Miniato e dalla Diocesi, si apre con la cerimonia in Palazzo Comunale (inizio ore 9.30) durante la quale suoneranno le campane della chiesa (ore 10), momento in cui avvenne il terribile scoppio dell’ordigno bellico, per proseguire con le celebrazioni nella Sala del Consiglio.

A presiedere la cerimonia sarà il presidente del consiglio comunale Vittorio Gasparri, interverranno il vescovo monsignor Andrea Migliavacca e il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini. Durante la cerimonia sarà proiettata in versione integrale l’intervista realizzata da Beppe Chelli e Daniele Benvenuti a Simona Della Maggiore, nipote di Omero Della Maggiore militare assegnato al 520 Battaglione mitraglieri dell’Isola d’Elba che fu fatto prigioniero e trasportato in Polonia. Era uno dei 600mila prigionieri di guerra, quei militari che dopo l’8 settembre si rifiutarono di aderire alla Repubblica Sociale Italiana. Omero fu destinato al lager di Biala Podlaska in Polonia, ai confini con la Russia, dove rimase fino al 5 giugno 1944. Scampato per una casualità alla strage del Duomo, morì il 22 luglio, a soli 28 anni, a pochi metri di distanza. Il programma prosegue alle 10.30 in piazza del Duomo, con la deposizione della corona di alloro e, a seguire, celebrazione della Santa Messa di suffragio in Cattedrale prevista per le 11.00 e celebrata dal vescovo.

Le celebrazioni proseguono martedì 24 luglio ricordando la Liberazione di San Miniato. Alle 10, a Calenzano, nei pressi della chiesa teatro dell’ultima battaglia, verrà deposta una corona d’alloro alla pietra monumentale in memoria delle vittime, iniziativa organizzata dal Comune di San Miniato, in collaborazione con il Comitato Gori, con la partecipazione delle associazioni del territorio. La cerimonia sarà accompagnata dalle musiche dell’Accademia Musicale di San Miniato Basso.

La giornata prosegue con l’inaugurazione del MuMe – Museo della Memoria di San Miniato ai Loggiati di San Domenico. Alle 18.30 sono previsti i saluti delle autorità, alle 19 la visita guidata, mentre dalle 20 musiche e canti popolari a cura della Fondazione Istituto Dramma Popolare, eseguiti dalla cantante specializzata nel repertorio tradizionale toscano, Giuditta Scorcelletti. Dalle 21.30 saranno proiettate le video interviste e il cortometraggio Il sarto dei tedeschi di Cristiano Mori. La cittadinanza è invitata a partecipare e, per la giornata, ad esporre la bandiera italiana.

Fonte foto profilo facebook duomo di San Miniato