Un tour per visitare gli stand delle concerie di San Miniato e capire l’andamento del mercato, durante uno degli appuntamenti più importanti del settore conciario: la fiera “Lineapelle” a Milano. L’obiettivo della delegazione del Comune che, insieme al sindaco Vittorio Gabbanini, ha visto la presenza dell’assessore alle attività produttive Giacomo Gozzini, di quello al bilancio Gianluca Bertini e della madrina della mostra Veronica Maffei, è stato quello di promuovere, oltre alla pelle, un’altra eccellenza del territorio: il tartufo.
Allo stand della conceria di Ponte a Egola “La Patrie” è stata, infatti, organizzata una degustazione di prodotti tipici del territorio, e con l’occasione si è voluto promuovere la 48esima edizione della “Mostra Mercato Nazionale del tartufo bianco di San Miniato”.
Lineapelle è un appuntamento fisso anche per quanto riguarda la promozione della nostra kermesse principale – spiega il sindaco Gabbanini – venire qui è un’ottima vetrina che ci permette di unire la tradizione del mondo conciario alla grande attrattiva enogastronomica offerta dal nostro territorio“.
La delegazione del Comune ha fatto visita a molte delle circa cinquanta concerie della Città della Rocca presenti alla fiera, con un bilancio che oscilla tra il positivo e lo stazionario, rispetto all’anno precedente. “Con questa fiera i nostri conciatori hanno la percezione dell’andamento della stagione e delle variazioni del mercato, negli ultimi anni sempre più altalenante – spiega il sindaco Gabbanini – nella visita che anche quest’anno ho voluto fare agli stand, ho raccolto pareri discordanti e segnali incoraggianti, come la messa in funzione delle concerie ampliate di recente, e questo ci fa ben sperare. Il settore resta comunque in buona salute, e questo ci fa ben sperare per la ripresa futura“.