Cinema, spettacolo, formazione e comunicazione possono beneficiare di servizi innovativi, ad alto valore tecnologico, da utilizzare tanto nella didattica quanto nella realizzazione di documentari, il primo dei quali sarà dedicato alle navi romane scoperte a Pisa e adesso in procinto di essere valorizzate in un museo.

La collaborazione tra filiera cinematografica e industria dell’audiovisivo è resa possibile grazie al protocollo firmato ieri, lunedì 1 ottobre, al Festival Internazionale della Robotica da tre società: Alkedo Produzioni, Italia 3d Academy, Great Robotics (quest’ultima spinoff dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa), dando vita al progetto “SmArt”, acronimo di “Smart Manufactory for art”. Con questo documento da oggi le tre società condividono il proprio  potenziale, il capitale umano e il bagaglio di conoscenze per mettere a punto questi servizi innovativi, ad alto valore tecnologico, per cinema, spettacolo,  formazione, comunicazione. L’intesa è stata formalizzata oggi da Sergio Piane (Alkedo), Fernando Franchi (presidente di Fondazione Franchi, specializzata nello sviluppo di progetti didattici e tecnologici nelle scuole, nonché fondatore di 3d Academy), Pericle Salvini (Great Robotics).

Iniziamo –commentano i firmatari – una collabo­razione reciproca per attività di ricerca, per lo sviluppo e per l’innovazione nei settori della filiera cinematografica e dell’industria dell’audiovisivo, nelle arti sceniche, nella comunicazione multimediale, nella distribuzione di contenuti audiovisivi, nell’utilizzo delle nuove tecnologie ipermediali per valorizzare il patrimonio storico artistico e la valorizzazione del patrimonio del territorio anche ai fini di promozione turistica e nei settori della didattica, della formazione e dell’aggiornamento professionale. La collaborazione – proseguono – si concretizza presentando un futuro che è oggi e grazie al quale è possibile utilizzare al meglio la tecnologia, dall’uso del 3d alla modellazione fino all’uso degli ologrammi”, supportando così numerose per valorizzare la diffusione della cultura e dell’arte. A testimoniare la concretezza del progetto, la presenza al Festival Internazionale della Robotica, presso la sede espositiva degli Arsenali Repubblicani, di uno stand dove sono presentate una serie di proiezioni olografiche e di applicazioni come la tuta “motion capture”. Inoltre, per sottolineare il legame con Pisa, sotto gli occhi dei visitatori, all’interno di una piramide di cristallo, prendono forma l’Alkedo, l’antica nave romana, una Galea Pisana e un robot danzante.

Un nuovo esempio delle possibili applicazioni della ricerca e della collaborazione nell’ambito del progetto “SmArt” è stato presentato all’interno del costituendo museo delle navi romane, a Pisa, dove Sergio Piane di Alkedo produzioni, Gianfranco Casano di 3d Academy e Andrea Camilli, direttore dello scavo delle navi e del museo, hanno presentato in anteprima le immagini del documentario  in produzione “La Pompei del mare”. Nel documentario si potrà vedere una ricostruzione tridimensionale del naufragio di Alkedo, la prima nave e quella conservata in condizioni migliori, ritrovata nello scavo a Pisa. Della nave Alkedo si potrà anche ammirare la copia 3d.