La presentazione del match

Dopo un inizio non troppo esaltante da parte di entrambe le squadre, Pisa ed Alessandria si affrontano all’Arena Garibaldi nella 5^ giornata del campionato del girone A di Serie C. Le due formazioni, appaiate a 4 punti in classifica, condividono il poco lusinghiero titolo di “grandi deluse” della scorsa stagione ed oggi si contendono punti molto importanti. I nerazzurri vengono dalla sconfitta per 3-0 a Piacenza mentre i grigi piemontesi dallo scialbo 0-0 casalingo contro la Lucchese.

La cronaca

Primo Tempo

Avvio abbastanza deciso del Pisa, il primo brivido sulla schiena della difesa ospite arriva al 9′ quando Di Quinzio mette un bel pallone tagliato mezzo su cui però nessuno degli attaccanti nerazzurri riesce ad arrivare. Nerazzurri che continuano a provarci soprattutto con Lisi che spinge sulla sinistra, di occasioni nitide però ancora nulla da segnalare.

La partita dopo un avvio anche piacevole diventa quasi soporifera con le due squadre lente e che puntano a non farsi male, l’occasione ce l’hanno però gli ospiti al 36′ quando un tiro di Bellazzini dal limite dell’area per poco non va ad infilarsi in porta dopo una netta e sfortunata deviazione di Meroni. Rispondono i nerazzurri al 42′ quando, dopo un bel cross di Liotti, De Vitis si avvita di testa ma la sua conclusione è centrale e facile per Cucchietti.

Senza altre “emozioni” e senza recupero si chiude sul risultato di 0-0 una prima frazione decisamente brutta, una delle più apatiche degli ultimi anni con le due squadre quasi impaurite di attaccare e nettamente sottotono, una gara che ha visto anche un buon avvio dei nerazzurri che poi però si sono spenti lasciando spazio ad un pattume totale.

Secondo Tempo

La ripresa inizia con gli stessi 22 uomini campo, al 51′ clamorosa occasione da una parte e dall’altra! Prima Moscardelli imbecca benissimo De Vitis in area che incredibilmente tutto solo davanti a Cucchietti calcia, o per modo di dire, non calcia praticamente con il sinistro regalando la palla al portiere dei grigi, sul ribaltamento di fronte occasionassima per l’Alessandria con Bellazzini che calcia bene sul primo palo ma Gori è attento e molto bravo a deviare il pallone in angolo, partita che sembrerebbe essersi un po’ svegliata con ancora De Vitis pochi minuti dopo protagonista di un colpo di testa alto.

Al 60′ ottima punizione dal limite per il Pisa ma Di Quinzio calcia con il destro di poco alto sopra la traversa, due minuti dopo ottima combinazione Moscardelli-Zammarini con quest’ultimo che un po’ sbilanciato calcia alto di molto. Al 72′ episodio da segnalare con l’espulsione diretta di Delvino per un brutto fallaccio su Masucci entrato da poco, Alessandria che dunque rimane in 10 uomini.

Subito dopo l’espulsione buon destro di Liotti dalla distanza, bravo Cucchietti con i pugni a rifugiarsi in angolo. I nerazzurri dopo la superiorità numerica ci prova tantissimo ma senza riuscire a trovare il bandolo nella matassa con l’Alessandria che si difende a spada tratta cominciando anche a perdere tempo. L’occasione grossa  arriva al 93′ quando Cucchietti salva la propria porta da un autorete che sembrava fatta, il Pisa ci provano sino all’ultimo secondo ma l’arbitro fischia la fine senza ulteriori secondi di recupero e così la partita termina sullo 0-0, il secondo consecutivo in casa che porta il Pisa a 5 punti in classifica, gli stessi dell’Alessandria che in 10 uomini strappa così un buon punto in trasferta.

Dato interessante quello relativo ai nerazzurri che dopo 4 partite giocate hanno esattamente gli stessi punti della stagione passata quando dopo la sconfitta di Olbia, arrivarono i due pareggi contro Siena e Monza e poi la prima vittoria contro la Viterbese, in quel caso dopo sole 9 giornate Gautieri fu esonerato dopo aver conquistato 16 punti in classifica.

Il tabellino

Pisa (3-5-2): Gori, Brignani, Meroni, Liotti; Zammarini (71′ Birindelli), Gucher, De Vitis (67′ Marin), Di Quinzio (76′ Cernigoi), Lisi; Moscardelli, Marconi (67′ Masucci). All. D’Angelo

Alessandria (3-4-1-2): Cucchietti, Delvino, Prestia, Agostinone, Panizzi (88′ Fissore), Gatto, Maltese (88′ Badan), Gjura; Bellazzini (76′ Gazzi); De Luca (69′ Sartore), Santini (88′ Talamo). All’ D’Agostino

Reti: /

Ammoniti: 17′ Prestia (A), 19′ Liotti (P), 70′ Gjura (A), 84′ Cucchietti (A)

Espulsi: 72′ Delvino (A) rosso diretto

Note: arbitro Pasciuta di Ravenna | Angoli  1-0 (3-1) | Recupero 0′-5′