L’Università di Pisa e la sezione pisana del Club Alpino Italiano hanno rinnovato la convenzione, siglata per la prima volta nel 2015, che ha gli obiettivi di avvicinare i giovani alla montagna e di promuovere la conoscenza del territorio. Grazie a questo accordo l’Ateneo pisano e il CAI di Pisa continueranno a diffondere l’educazione alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, con un piano di iniziative mirate che ruotano intorno alla montagna, quali per esempio escursioni e percorsi di trekking, gite su percorsi di grande valenza paesaggistica e itinerari tematici.

I primi due appuntamenti ci saranno il 18 novembre con un’introduzione pratica alla arrampicata e il 9 dicembre con la traversata della parte nord ovest dei Monti Pisani, da Ripafratta a San Giuliano Terme.
La convenzione prevede inoltre di valorizzare tra gli studenti universitari i valori del volontariato sensibile alle problematiche dell’ambiente e della tutela della sicurezza in montagna. Sono confermati anche gli incontri su tematiche della montagna che in questi anni hanno portato grandi personaggi dell’alpinismo al Polo Carmignani per conferenze e dibattiti.

La sezione pisana del CAI conta 670 iscritti, un numero in constante crescita negli ultimi anni, grazie soprattutto al tesseramento di molti giovani: il 20% circa degli iscritti è infatti under 30. Il CAI Pisa propone un vasto programma di corsi dedicati alla montagna: escursionismo, alpinismo, arrampicata, scialpinismo e speleologia. Oltre alle attività didattiche e divulgative, la sezione è costantemente impegnata nella pulizia e nel mantenimento dei sentieri del Monte pisano: un’attività di grande importanza, specialmente dopo l’incendio del settembre scorso che ha colpito la zona e messo a dura prova la rete di percorsi che attraversano il territorio.
Per informazioni sul CAI Pisa e sulle iniziative collegate alla convenzione tra Università e CAI si può consultare il sito: http://www.caipisa.it