Torna per il Pontedera il confronto con la Pro Vercelli che mancava da 19 anni quando i granata subirono la retrocessione in serie D. Gara dall’alto coefficiente di difficoltà per i granata sia per le scorie che hanno lasciato la gara contro il Gozzano giocata solo tre giorni fa e per l’avversario, la Pro Vercelli compagine che mira senza mezzi termini al salto di categoria.

Basta guardare i nomi dei giocatori piemontesi per capire il calibro della formazione diretta da Vito Grieco, capace di vincere le tre gare finora disputate. Il tecnico Ivan Maraia effettuerà turn-Over in tutti i reparti affidandosi al 3-5-2 inserendo Alessio Benedetti in difesa, Serena e Magrini a centrocampo e Riccardo Benedetti in sostituzione di Mannini a fianco di Riccardo Benedetti in attacco.

Dirige il confronto il sig. Mattia Pascarella di Nocera Inferiore, coadiuvato da Giuseppe Pellino di Frattamaggiore e Fabio Matteo Festa di Avellino

Pro Vercelli (4-4-2): Nobile, Berra, Crescenzi, Milesi, Mammarella; Azzi, Germano, Bellemo, L. Gatto; Morra, Mal. A disp. Moschin, Iezzi, Di Marino, Tedeschi, M.Gatto, Foglia, Sangiorgi, Schiavon, Da Silva, Cavaliere, A.Grillo, Comi. All.Grieco.

Pontedera (3-5-2): Biggeri; A Benedetti, Borri, Ropolo;Calcagni, Serena, Caponi, Giuliani, Masetti; R, Benedetti, Pinzauti. A disp Sarri, Marinca, Benassai, Vettori, Mannini, La Vigna, Bruzzo, Pandolfi, Raimo, Tommasini, Raimo, Prete.All.Maraia.

Arbitro: Mattia Pascarella di Nocera Inferiore. Pellino/Festa.