Una partenza a razzo vera e propria quella del Tuttocuoio: i numeri non mentono, 4 vittorie, 1 pareggio e nessuna sconfitta nelle prime cinque giornate con 7 gol all’attivo e soltando 2 al passivo. 13 punti sui 15 disponibili producono il meritato primo posto in graduatoria. Erano ormai tanti anni che a Ponte a Egola non si festeggiava una situazione così rosea, gli ultimi tre anni avevano portato risultati negativi, polemiche unite a molte scelte sbagliate. Certo è presto per poter parlare di obiettivi o sogni, ma è inevitabile riconoscere l’atteggiamento giusto della squadra, che sa unire la qualità del gioco e idee propositive, a compattezza e la voglia di sacrificarsi di tutti i giocatori. La rosa è stata costruita con criterio unendo elementi giovani promettenti ad altri di esperienza e spessore come Cascone, Di Paola e Correa. Sembra essere il mix giusto per far bene. Attenzione però, siamo soltanto all’inizio di ottobre e il campionato riserverà sicuramente momenti difficili. Il tecnico Masini mostra concretezza e non fa voli pindarici: “Sono contento per i risultati e le prestazioni della mia squadra in queste partite, ma il nostro pensiero deve essere quello di continuare a lavorare per crescere. Se perdiamo il piglio e la determinazione con cui abbiamo approcciato questa prima parte del torneo diventiamo una squadra normale, quindi battibile. E’ un campionato molto equilibrato e difficile, se abbassi la guardia fai presto ad andare in difficoltà. Non ha senso adesso parlare di obiettivi stagionali, lo potremo fare soltanto alla fine del girone d’andata, solo allora vedremo in che posizione saremo e fare valutazioni. In questo momento dobbiamo soltanto pensare a noi stessi ed affrontare una partita alla volta”.