La Cronaca

Primo Tempo

Già dai primi secondi si vede una netta supremazia da parte della Carrarese che alla prima azione entra in area con estrema facilità ma Tavano fortunatamente non trova nessun compagno pronto a calciare all’altezza del dischetto del rigore. I padroni di casa continuano a spingere in maniera forsennata e al 10′ trovano il rigore a favore a causa di una spinta di Brignani su Carissoni. Dal dischetto però un super Gori disinnesca Tavano parando il pallone sulla propria destra in allungo.

Dopo questo episodio il Pisa prova ad uscire un pochino dalla propria tana trovando qualche azione pericolosa, il culmine arriva al 24′ con un sinistro di Liotti che però esce a lato. Sull’azione successiva però arriva il vantaggio della Carrarese: dormita difensiva dei nerazzurri e prima Tavano tutto solo trova ancora un miracolo di Gori sulla sua strada ma questa volta sulla respinta Caccavallo non può sbagliare a porta vuota per la rete dell’1-0 nel complesso meritata sino a qui, Pisa che difensivamente oggi sta soffrendo tantissimo.

Ed infatti al 31′ ancora Brignani in affanno stende in area Rosaia, incredibilmente però lo stesso Tavano dal dischetto sbaglia nuovamente mandando alto sopra la traversa il pallone con una solta di cucchiao, clamorosa la giornata negativa sin qui del bomber marmifero. Il Pisa però non c’è con la testa e viene sistematicamente saltato in fase difensiva: e così al 35′ ancora Caccavallo tutto solo sul secondo palo di testa dopo un bel cross di Maccarone ha solamente il compito di spingere il pallone in rete per il 2-0 che certifica il dominio dei gialloblu.

Nerazzurri anche sfortunati sotto la gestione arbitrale quando al 44′ Cernigoi viene chiuso al momento del tiro da un chiaro fallo di braccio da parte di Karkalis che furbescamente in maniera nascosto ha impedito all’attaccante del Pisa di calciare in maniera pulita ma l’arbitro non ha visto e ha lasciato così correre. Senza altre emozioni comunque si chiude una prima frazione a senso unico: Pisa spaesato e sempre tagliato in difesa, alla Carrarese il 2-0 con due rigori sbagliati sta perfino abbastanza stretto sino a questo momento.

Secondo Tempo

La ripresa inizia con Masi che prende il posto di un Brignani in netta difficoltà, il Pisa si rende pericoloso al 48′ con una punizione potente di Moscardelli ma Borra è bravo a respingere in angolo. La gara ovviamente per forza di cose provano ora a farla i nerazzurri che però fanno fatica a rendersi veramente pericolosi. La Carrarese dal canto suo in contropiede ora trova veramente tanti spazi in una difesa del Pisa oggi veramente non all’altezza.

Al 60′ da calcio d’angolo è la Carrarese ancora una volta quasi a segnare ma per fortuna del Pisa il colpo di testa di Giacomo Ricci si stampa sull’incrocio dei pali, la cosa che sorprende negativamente dei nerazzurri oltre alla prestazione è la poca verve offensiva e di come i gialloblu stiano surclassando i ragazzi di D’Angelo dal punto di vista della corsa e della cattiveria su ogni pallone.

Ed infatti tutto questo si materializza al 69′ quando arriva il tris dei padroni di casa: dopo un calcio d’angolo Valente mette in mezzo un pallone che il neo-entrato Piscopo deve solamente girare inporta con il sinistro. Ancora una volta difesa nerazzurra abbastanza ferma e così la Carrarese trova meritatamente il 3-0 in una giornata nera, quasi imbarazzante per il Pisa che è stato surclassato in ogni ruolo. 

Dopo il 3-0 sono ancora i gialloblu a provarci maggiormente andando a collezionare angoli su angoli, Pisa offensivamente ancora inesistente. La difesa pisana conclude la giornata d’imbarazzo al minuto 84 quando su un campanile tutti guardano il pallone e prima Valente in rovesciata manca la conclusione e poi solissimo Mobilio invece conclude di controbalzo sotto la traversa per la rete del 4-0 che è più che meritata visto l’atteggiamento umiliante messo in campo dai nerazzurri. Carrarese nettamente superiore in tutti i ruoli e in tutto e per tutto in questa giornata nera.

Carrarese che da qui alla fine si mangia altri due gol con il Pisa che ormai resta a guardare, squadra che non c’è più, i giocatori hanno lasciato il campo già da parecchi minuti con la testa. Al 90′ l’unica nota lieta di giornata arriva con Gucher che da fuori area trova un gran bel destro incrociato per il 4-1 finale che comunque non cambia niente nella valutazione della partita. Dominio assoluto della Carrarese che se avesse segnato anche il doppio delle reti (e ricordiamo i 2 rigori sbagliati) non avrebbe veramente rubato nulla. Oggi poco da commentare, lezione di calcio dei gialloblu che annientano un Pisa inguardabile e che così resta fermo a 18 punti, la Carrarese invece vola momentaneamente in testa alla classifica con 24 punti.

Il Tabellino

Carrarese (4-2-4): Borra, Carissoni, Ricci L., Karkalis, Ricci G.; Rosaia, Foresta; Caccavallo (64′ Piscopo), Tavano (52′ Valente), Maccarone, Biasci (64′ Mobilio). All. Baldini

Pisa (3-5-2): Gori, Buschiazzo, Brignani (46′ Masi), Meroni; Lisi (55′ Zammarini), Marin, Gucher, Di Quinzio, Liotti; Moscardelli (63′ Marconi), Cernigoi (55′ Masucci). All. D’Angelo

Reti: 26′ Caccavallo (C), 35′ Caccavallo (C), 69′ Piscopo (C), 84′ Mobilio (C), 90′ Gucher (P).

Ammoniti: 45′ Moscardelli (P), 45′ Marin (P), 47′ Karkalis (C),

Note: arbitro Marcenaro di Genova | Angoli 9-1 | Recupero 2′-0′