Mister D’Angelo

La Carrarese è stata superiore a noi in ogni zona del campo e in ogni momento, non ci hanno girato nemmeno bene gli episodi perchè i rigori che per loro c’erano sicuramente sono stati dati mentre a noi non sono stati assegnati ma a prescindere da questo penso che oggi la Carrarese avrebbe vinto in ogni caso. Oggi tutti i nostri difetti sono venuti fuori tutti insieme, io continuo a dire che la mia è una buona formazione, la classifica dice che ci sono squadre meglio di noi. Io non mi arrendo alle prime difficoltà, oggi è stata la prima volta che non ho visto il mio Pisa e i tifosi hanno fatto bene a cantare il Pisa dov’è perche non si è visto. Abbiamo rischiato di prendere gol già al calcio d’inizio e questo testimonia che siamo entrati in campo male e se la squadra gioca male il responsabile massimo sono io. Moscardelli è uscito perchè era tanto che non giocava e ho preferito farlo riposare. I numeri dicono che ad oggi siamo inferiori alla Carrarese ma secondo me noi gli abbiamo facilitato le cose con una prestazione pessima. Non mi sentirete mai dire che la mia squadra era peggiore di quella avversaria.”

Davide Moscardelli

Siamo i primi a sapere che così non va bene. E’ dura da mandare giù lo sappiamo, chiediamo scusa per oggi ma l’obbligo è quello di rialzare la testa perchè siamo ancora a Novembre. Oggi è mancato tutto mentre nelle altre sconfitte secondo me avevamo fatto qualcosa di buono, l’importante è non ripetere gli stessi errori, in attacco fatichiamo troppo e c’è questa difficoltà. E’ colpa un po’ di tutti e anche i miei compagni sono parecchio abbattuti perchè ci teniamo molto alla causa, abbiamo staccato troppo presto la spina. Ora è dura lo so ma l’unica cosa che posso dire è quella di non abbatterci ulteriormente e di iniziare a dimostrare che possiamo rimediare già dalla prossima sfida.”

Giovanni Corrado

E’ stata la più brutta partita da quando noi siamo a Pisa, oggi siamo molto rammaricati perchè la squadra di fatto non è praticamente scesa in campo. Dobbiamo capire le ragioni di questo, compattarci e ripartire uniti, la cosa che mi ha amareggiato di più è in generale quando anzichè fare un passo avanti in partite decisive facciamo sempre un passo indietro. Nelle altre sconfitte le cose non mi erano dispiaciute, oggi invece c’è da azzerare tutto. Le responsabilità sono di tutti, bisogna riprendere il cammino quanto prima e recuperare quelle certezze che sino a qualche settimana fa avevamo e che invece ora sembriamo non avere più. Io penso che la pazienza sia necessaria quando si vogliono fare le cose a lungo termine, è normale che oggi i tifosi vedano tutto nero, ma questa squadra è la stessa che ha vinto a Cremona, Parma o Lucca quindi bisogna restare lucidi nelle analisi. Ogni società cerca di migliorarsi di volta in volta, la gara di oggi è da mettersi alle spalle per provare a chiudere il girone d’andata nel miglior modo. Ribadisco non dobbiamo esaltarci troppo dopo le belle vittorie e non dobbiamo demoralizzarci troppo dopo le brutte sconfitte, mi fa solamente arrabbiare di vedere il passo indietro. Domani abbiamo tolto il giorno di riposo e saremo già sul campo a lavorare.”