La presidentessa del Tuttocuoio Paola Coia, si attendeva una risposta della squadra dopo le due sconfitte consecutive contro Seravezza e Cannara, in caso di altra prestazione non positiva avrebbe portato la squadra in ritiro presso un monastero. Il deterrente ha avuto successo perchè la squadra di Masini ha ripreso il proprio cammino cogliendo tre punti importanti sul campo del San Donato Tavarnelle permettendo di mantenere il primo posto.

Al di là della classifica, che a novembre ha un valore relativo, la cosa più importante è stato il valore della prestazione e soprattutto l’approccio alla gara: senza dimenticare che i neroverdi si sono presentati privi della propria coppia di centrali titolare: Bianconi e Cascone erano infatti squalificati. Dopo due turni di assenza è tornato a segnare Di Paola, confermando il suo fiuto del gol, e soprattutto dopo la rete del pareggio del San Donato Tavarnelle, la squadra non si è disunita tornando a spingere trovando la rete del 2-1 con Correa. Saper soffrire è stata una qualità importante nel forcing finale dei padroni di casa, vincere in trasferta dopo due sconfitte consecutive davanti al pubblico amico è un segnale importante, per se stessi e per gli avversari.

Questo girone E della serie D non lascia spazio a riflessioni di sorta, mercoledì è già campionato: al “Leporaia” arriva il Sangimignano, squadra che occupa gli ultimi posti del girone ma i neroverdi devono far tesoro delle sconfitte nelle ultime uscite interne, cercando di far valere nuovamente il fattore campo