Ha parlato nella consueta conferenza stampa di presentazione della sfida molto sentita tra Lucchese e Pisa Mister D’Angelo il quale ha anticipato le principali tematiche di questo derby del foro. Di seguito vi riportiamo le sue dichiarazioni rilasciate alla vigilia di questa sfida molto importante, oltre che per i 3 punti, anche per i tifosi delle due squadre.

Non penso che si debba parlare di emergenza infortuni, a tutte le squadre durante il corso della stagione possono arrivare dei momenti sfortunati, sicuramente ci manca qualche elemento importante ma ciò non deve essere un alibi per le partite perse o giocate male perché contro Entella e Siena ho visto dei passi indietro a prescindere dagli infortuni.”

Non convocati sicuramente Masucci e Moscardelli, il primo per un contrattura rimediata a Siena mentre il secondo ha il solito problema che è raffiorato di una vecchia cicatrice ma da Martedì a regola dovrebbe tornare in gruppo. Dopo Siena io vorrei una squadra più sporca e furba in alcune situazioni, secondo me invece come cattiveria agonistica siamo abbastanza pronti a battagliare anche in questo tipo di sfide molto calde come quella che sono sicuro sarà domani.”

“La Lucchese nonostante la penalizzazione ha fatto benissimo avrebbe 2 punti in più di noi, arriverà sicuramente gasata all’appuntamento oltre che per la rivalità con il Pisa proprio perché viene da buoni risultati. Noi sappiamo che vincere sarebbe importantissimo per la classifica e per i tifosi, l’unico modo per farlo è preparare la partita in ogni dettaglio.”

Non cambio schema di gioco perché anche se nelle ultime due sfide abbiamo perso secondo me almeno il pareggio lo meritavamo, è stato un problema di qualche errore sia dietro che davanti, non del modulo quindi continuo su questa strada. Il gol preso a Siena è l’esempio, mi ha fatto arrabbiare perché siamo stati poco furbi ma con una squadra giovane ci sta, porta entusiasmo a volte ma anche difficoltà se le cose vanno male.”

E poi conclude– “Giochiamo la quinta gara in trasferta su 6 nell’ultimo periodo, non è nemmeno facile essere costanti fuori casa così spesso. Sappiamo che ci saranno oltre 1000 tifosi e questo ci deve spingere a non mollare niente perché da noi dipende anche il loro umore e dargli una gioia sarebbe bellissimo. Il campionato di Serie C è come una maratona, chi arriva più costante alla fine vince per questo sarebbe importante inanellare tanti risultati positivi come avevamo fatto ad Ottobre, da domani dobbiamo provare a ricominciare su quella strada.”