Sicurezza, energia, trasporti sono soltanto alcuni dei settori interessati dai sistemi ciberfisici, che derivano dall’integrazione di una componente informatica con processi fisici di varia natura, per offrire funzionalità che non sarebbero state possibili con una sola delle due parti. Alla rivoluzione ciberfisica è dedicato il nuovo incontro del ciclo di seminari a Pisa “Orizzonti in Ingegneria”, in programma alla Scuola Superiore Sant’Anna venerdì 23 novembre (aula magna, inizio ore 15.00), tenuto da Luigi Nuzzo, ricercatore italiano impegnato presso i dipartimenti di Ingegneria elettronica e informatica della University of Southern California (USC) a Los Angeles. Dalle automobili agli aerei, dai robot alla domotica, dall’ “internet delle cose” alle fabbriche intelligenti della quarta rivoluzione industriale, i sistemi ciberfisici sono e saranno sempre più parte integrante della nostra esperienza e promettono di rivoluzionare settori che impattano sulla vita quotidiana, come sicurezza, energia, trasporti, infrastrutture, produzione industriale e salute.

Durante il seminario, Luigi Nuzzo presenta una metodologia per la progettazione rigorosa di sistemi ciberfisici complessi che ne facilita lo sviluppo, grazie a caratteristiche di modularità, e che permette l’analisi efficiente dell’interazione tra dinamiche discrete e continue, presentando applicazioni nell’ambito dell’avionica, della sicurezza nelle reti di sensori, della robotica. Il ciclo di seminari “Orizzonti in Ingegneria” è organizzato da Carlo Alberto Avizzano, ricercatore dell’Istituto di Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione (TeCIP) della Scuola Superiore Sant’Anna. La partecipazione è libera.