Sono tornato a casa”. Lo racconta così Mattia Negri il ritorno in rossoblù a meno di sei mesi dall’ultima volta, dalla finale play-off vinta con la Sanremese.

Avevo scelto Mantova, una grande piazza che mi consentiva anche di avvicinarmi un po’ alla mia famiglia, ma quando mi sono reso conto che non tutto filava per il verso giusto non ci ho pensato due volte ad accettare la chiamata dell’Fc Ponsacco 1920, una società e una piazza in cui mi sono trovato benissimo e dove ho stretto rapporti veri, con i dirigenti, mister e compagni” spiega il centrocampista, 29 presenze e tre reti la stagione scorsa, uno dei protagonisti della cavalcata che ha portato la squadra di Maneschi ad un passo dalla promozione. “Adesso dobbiamo provare a completare l’opera – dice senza mezzi termini Negri –: gli obiettivi della società sono chiari e la squadra è senz’altro all’altezza”. Dunque per il nuovo acquisto non ci sono alternative: “Ci dobbiamo provare – ribadisce –: con il massimo dell’umiltà e piedi ben piantati a terra, perché ci sono anche altre squadre molto forti, ma pure con la consapevolezza del nostro valore e senza nascondersi”.

L’artefice dell’operazione è stato il direttore sportivo Andrea Luperini. Che prima, in estate, ha provato fino all’ultimo a trattenerlo in rossoblù. E poi ha lavorato sotto traccia per mesi pur di riportarlo a Ponsacco: “Il giudice ultimo è sempre il campo e lì vedremo se abbiamo avuto ragione o meno, ma ho insistito molto con Mattia (Negri ndr) perché conosco l’uomo e il giocatore e so quello che può darci. – dice -: sono convinto sia il tassello che ci mancava per completare un mosaico importante. E ho fatto di tutto pur di riportarlo qua”.

Di sicuro quando, quando è squillato il telefono, Negri non ha avuto dubbi: “Se mi avevano cercato altri? Qualcuno, in effetti si era fatto avanti, ma qui mi sento a casa e mi piacerebbe molto completare il lavoro iniziato l’anno scorso. Così, quando il direttore e il mister mi hanno prospettato la possibilità di tornare, ho lasciato subito cadere ogni altra ipotesi”. Dunque Negri è tornato. Ieri ha sostenuto il primo allenamento agli ordini di Maneschi e oggi a Città di Castello contro il Trestina sarà regolarmente a disposizione.