. “D’Annunzio Pisano”, i trascorsi del grande poeta nella nostra città: la passione per Eleonora Duse, Marina di Pisa, San Rossore, l’Hotel Victoria, l’Alcyone, la Pioggia nel Pineto. Ne parlerà il giornalista e storico Mario Bernardi Guardi Venerdì 28 dicembre alle ore 17,30 a Palazzo Gambacorti a Pisa in Sala Rossa, nell’ottantesimo anniversario della scomparsa del Vate, nel corso di un incontro promosso da Andrea Buscemi, Assessore alla Cultura del Comune di Pisa

D’Annunzio fece di Pisa e del suo litorale uno dei punti centrali della sua arte e della sua esistenza – dichiara Buscemiegli citò Marina di Pisa in opere immortali come ‘Elettra’, ‘Alcyone’, ‘Il notturno’, parlandone come ‘eden’. Nei suoi soggiorni risiedette a Villa Peratoner ribattezzata da lui ‘Villa delle Tempeste’, nell’edificio ‘della Dogana’ e al ‘Royal Victoria Hotel’, luoghi segnati indelebilmente dalla sua passione per la grande attrice di Teatro Eleonora Duse. Nel celebrare l’ottantesimo della sua morte era giusto che Pisa ricordasse il soggiorno del grande poeta con un’iniziativa che svelasse anche reconditi segreti e curiosità circa il legame con la nostra città di uno dei personaggi più interessanti della cultura italiana”.