Le Officine Garibaldi a Pisa, negli spazi di via Gioberti ospitano la mostra “Cravatte che passione!”, la rassegna curata da Nicola Micieli e Filippo Lotti.

Un’esposizione raffinata e incredibilmente originale che rende protagonista un intramontabile accessorio di moda.

La rassegna si presenta con centinaia di forme e fantasie: duecento cravatte da ammirare nella loro fattezza e bellezza, degne di quadri d’autore, che saranno in mostra dal 2 al 20 gennaio.

La raccolta comprende oltre 200 pezzi originali e unici appositamente eseguiti da 192 artisti italiani e stranieri. Un’interpretazione eterogenea, che esprime diversi significati in varie forme, immagini e decori.

“È una raccolta di pezzi unici che sfocia in questa mostra – spiegano Micieli e Lotti –. Un modo divertente per mostrare come si possa lavorare su un oggetto non comunemente utilizzato dagli artisti. L’arte non si deve limitare a una tela o a una scultura, ma deve essere contaminazione continua”.

Tre i settori della mostra: il primo comprende cravatte indossabili decorate, il secondo racchiude quelle non indossabili, perché dipinte o altrimenti manipolate con modalità tecniche che le irrigidiscono, e il terzo comprende cravatte-oggetto, ossia opere pittoriche, plastiche e d’altra appartenenza che utilizzano l’accessorio come ispirazione.

L’intera raccolta è pubblicata e documentata in un catalogo (interamente a colori, di 120 pagine). Le fotografie delle opere sono state eseguite da Lorenzo D’Angiolo.

 

Fonte: sito web officinegaribaldi.it