Sabato 15 dicembre alle ore 21, nella Cattedrale di Pisa, si terrà la XIV edizione del il Concerto di Natale, organizzato dall’Opera della Primaziale Pisana con il contributo di Fondazione Pisa. Protagonisti della serata la Cappella Musicale della Cattedrale di Pisa, l’Orchestra Senzaspine di Bologna e il Coro di voci bianche della scuola di musica Buonamici di Pisa, diretti dal Maestro Riccardo Donati. Voci soliste Elisabetta Lombardo soprano, Jennifer Schittino soprano,Sara Bacchelli alto, Matteo Michi tenore.
In occasione del concerto sarà possibile sostenere l’iniziativa promossa dall’Arcidiocesi di Pisa – Caritas Diocesana a sostegno delle famiglie colpite dall’incendio dei Monti Pisani, come segnale di aiuto per chi, improvvisamente, è stato privato dei suoi punti di riferimento essenziali, quali la casa e il lavoro.
In programma di Antonio Vivaldi la cantata sacra Magnificat RV610 per soli, coro e orchestra e il Gloria in Re maggiore RV589 per soli, coro e orchestra, capolavoro di musica sacra oltre che una delle prime composizioni vocali di questo genere di Vivaldi che scrisse almeno tre Gloria, dei quali solo due sono giunti sino a noi. Composizione esuberante e piena di carattere, il Gloria RV 589 è stato dimenticato per anni e poi riscoperto nel 1920.
La serata, dopo due brani di autore anonimo. Tante schiere d’angeli (Gloria in excelsis Deo) e O Sanctissima, prosegue con la Canzone di Natale di Dino Menichetti (1918-2016), compositore molto proficuo nato in provincia di Pistoia. Nonostante vi siano, nella sua opera, numerose composizioni a carattere profano, il suo genio predilesse per lo più la musica sacra.Si prosegue con Fermarono i cieli di Alfonso Maria de’ Liguori (1696-1787), vescovo cattolico e compositore italiano, fondatore della Congregazione del Santissimo Redentore, autore di opere letterarie, teologiche e di celebri melodie. E per chiudere, Bianco Natale di Irving Berlin composto nel 1942 e per cui il compositore ricevette anche l’Oscar per la migliore canzone. Il 3 ottobre del 1942 il brano, cantato da Bing Crosby, raggiunse il primo posto nella classifica americana. Da allora, il brano è uno dei grandi classici del Natale.

Riccardo Donati è nato a Pisa nel 1965. Studia pianoforte e composizione e nel 1989 si diploma sotto la guida di Elisa Luzi in organo e composizione organistica con il massimo dei voti presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze. All’età di 13 anni è chiamato alla Cattedrale di Pisa come secondo organista; nel 1980 diviene primo organista. Segue corsi di musicologia liturgica e si perfeziona in direzione d’orchestra, organo e musica corale per divenire dal 1992 il Maestro di Cappella della Cattedrale di Pisa dove ogni domenica dirige i brani musicali durante le funzioni liturgiche. Esegue concerti in tutta Italia sia come organista solista sia come accompagnatore di gruppi da camera al cembalo e collabora con importanti enti musicali. Dal 2001 al 2009 ha partecipato alla Rassegna Internazionale di musica sacra Anima Mundi di Pisa e dal 2010 partecipa regolarmente, con la Cappella della Cattedrale, al Concerto di Natale. E’ membro della Commissione Diocesana di Musica Sacra.
Fondata ufficialmente nel 1556, la Cappella Musicale della Cattedrale di Pisa vanta origini ben più antiche, in quanto già nel XII secolo si ha notizia di un gruppo di “Canonici cantores” che, sotto la guida del “Magisterscholarum”, rendeva solenni con il Canto Gregoriano le sacre celebrazioni in Duomo. La Cappella Musicale pisana ha mantenuto l’assetto tradizionale con sole voci virili fino al 1992 quando, nell’intento di rendere ancor più solenni le Liturgie in Cattedrale con l’esecuzione di musiche a voci miste, è stata affiancata ad essa una scholacantorum formata da voci femminili. Il repertorio della Cappella Musicale, formato esclusivamente da musica sacra e liturgica, spazia dal gregoriano alla musica contemporanea, con particolare attenzione alla polifonia rinascimentale e moderna.
L’Orchestra Senzaspine, già ospite di Anima Mundi nell’ultima edizione,conta oltre 450 musicisti under 35 ed è nata nel 2013 dall’idea di due amici, i giovani direttori Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, attualmente presidente e vicepresidente. La missione è duplice e ambiziosa: da un lato riconsegnare la musica classica all’amore del grande pubblico, dall’altro offrire ai giovani strumentisti la possibilità di confrontarsi con il repertorio sinfonico più impegnativo e affascinante. Il tutto secondo un approccio semplice e coinvolgente, che proietta nel futuro l’eleganza della tradizione, facendo leva anche sulla formula del concerto-spettacolo, così da sfatare i falsi miti che accompagnano la musica classica nella percezione comune.Nel 2017, con il lancio della seconda stagione, è nata la Scuola di Musica Senzaspine per diffondere, in maniera accessibile, lo studio della musica classica tra i più piccoli, promuovendo l’incontro e la collaborazione tra le diverse discipline artistiche e la commistione tra i generi musicali.
Il Coro di Voci Bianche Bonamicidi Pisa è costituito da 44 bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 16 anni, è stato fondato nel 2004 da Angelica Ditaranto ed è tuttora da lei diretto. L’attività è finalizzata a un’esperienza di pratica corale che favorisca lo sviluppo delle abilità musicali, dell’intonazione e della curiosità per il mondo dei suoni. Ponendo la massima attenzione alle necessità del singolo, delinea un progetto educativo basato sull’importanza del cantare insieme, senza che una voce primeggi sulle altre, favorendo così sia il potenziamento della capacità di ascolto e di rispetto reciproco sia la sperimentazione della collaborazione per un bene comune. Il coro si è esibito in numerosi concerti sul territorio italiano. Dal 2014 ha dato vita al progetto di inclusione “Coro Mani Bianche” grazie alla collaborazione tra la direttrice Angelica Ditaranto e la linguista Laura Mazzoni che cura le traduzioni in LIS (lingua italiana dei segni) dei brani cantati. I coristi, durante l’esecuzione dei brani, si esprimono anche attraverso i segni indossando dei guanti bianchi e traducendo per i sordi il contenuto del testo.

INGRESSO GRATUITO CON BIGLIETTO
I biglietti sono gratuiti (max 2 a persona) e possono essere ritirati solo presso il Museo delle Sinopie il 14 e 15 Dicembre dalle 9.00 alle 17.30 e la sera del concerto dalle 19.30 alle 20.50, fino a esaurimento dei posti disponibili. Non è possibile effettuare prenotazioni telefoniche né per e-mail.
Non c’è un settore riservato alle persone con disabilità e i biglietti sono gratuiti per tutti. Solo le persone a mobilità ridotta e in carrozzina che desiderano partecipare al concerto sono pregate di inviare un email a animamundi@opapisa.it affinché sia possibile garantire loro uno spazio adeguato, nell’osservanza delle norme di sicurezza.