La presentazione del match

Dopo la bella prova contro il Siena i nerazzurri sono subito chiamati a riscendere in campo proprio in un altro derby di alta classifica contro l’Arezzo nella gara valida per la 22^ giornata del girone A di Serie C. Gli amaranto padroni di casa sono reduci dalla sconfitta per 1-0 in casa della Pro Vercelli e al momento si trovano a 34 punti (+3 sul Pisa) anche se con una gara in più rispetto agli uomini di D’Angelo. Per questa sfida il mister nerazzurro conferma pressochè totalmente la formazione vista contro il Siena con l’unico cambio di Buschiazzo al posto di Meroni.

La Cronaca

Primo Tempo

La gara parte un po’ in sordina ma al 7′ sono i padroni di casa a creare la prima occasione con Cutolo che troppo libero calcia col sinistro dal limite ma per fortuna dei nerazzurri la conclusione è troppo centrale. Dopo un buon avvio dell’Arezzo è il Pisa piano piano a uscire sornione: prima Moscardelli recupera un buon pallone ma spara alto con il sinistro. L’occasione migliore arriva al 25′ quando succede veramente di tutto nell’area di Pelagotti: prima lo stesso portiere smanaccia dal corner ma sul pallone che si impenna De Vitis di testa anticipa tutti ma il suo tiro viene salvato sulla linea di porta, sul proseguimento dell’azione Di Quinzio viene murato e Gucher di controbalzo mette ancora i birividi a Pelagotti calciando fuori di pochissimo.

Dopo un buon momento nerazzurro torna alla carica l’Arezzo: al 32′ ancora Cutolo con il sinistro impegna severamente Gori al salvataggio in angolo con un bel sinistro incrociato rasoterra, al 38′ gli amaranto troverebbero il gol ma l’assistente annulla per fuorigioco di Sala dopo un’altra grande respinta di Gori su un colpo di testa a botta sicura di Brunori. Poco dopo ancora Cutolo con il sinistro calcia di poco a lato. Non succede altro e senza recupero si chiude una piacevole prima frazione sul risultato di 0-0: gara altalenante con il Pisa che ha giocato meglio per una ventina di minuti ma nel finale l’Arezzo ha fatto sicuramente vedere cose migliori.

Secondo Tempo

La ripresa non regala praticamente nessuna emozione se non i classici cambi effettuati da entrambi i mister, ma la svolta in negativo per i nerazzurri arriva al 66′ quando Benedetti un po’ in affanno colpisce di testa il pallone facendolo sbattere sul proprio braccio: l’arbitro non ha dubbi calcio di rigore che Cutolo trasforma spiazzando Gori per l’1-0.

I nerazzurri non riescono a ritrovarsi e sono molto confusionari in fase offensiva: eppure la clamorosa occasione per il pareggio arriverebbe anche, infatti quando siamo all’84’ prima Lisi dalla distanza impegna severamente Pelagotti che respinge centralmente ma sulla ribattuta Pesenti a porta spalancata calcia non angolato trovato le dite ancora di Pelagotti che fanno sbattere il pallone sulla parte superiore della traversa, occasione veramente cestinata per il pareggio.

Nei minuti finali non succede più niente praticamente di occasioni, la gara si innervosisce con D’Angelo che viene anche espulso e il Pisa che ci prova ma senza mai sembrare realmente determinato. Al 95′ c’è tempo pure per l’espulsione di Birindelli che stende Persano lanciato verso la porta ma sul momento del cartellino rosso l’arbitro fischia la fine: vince l’Arezzo per 1-0 certificando una sconfitta veramente brutta per il Pisa che ha fatto sicuramente un passo indietro rispetto a Sabato scorso. Ora pensare a qualsiasi obiettivo diverso dai playoff diventa veramente complicato visto che davanti le distanze aumentano, solo l’Arezzo con questo successo infatti si porta a 37 punti mentre il Pisa resta fermo a 31.

Il Tabellino

Arezzo (3-5-2): Pelagotti, Burzigotti, Pinto, Pelagatti; Luciani, Foglia, Salifu, Serrotti, Sala; Cutolo (80′ Persano), Brunori (90′ Zini). All. Dal Canto

Pisa (4-3-1-2): Gori, Buschiazzo (69′ Birindelli), De Vitis, Benedetti, Lisi; Verna (60′ Marin), Gucher, Di Quinzio; Minesso; Masucci (56′ Pesenti), Moscardelli. All. D’Angelo

Reti: 67′ Cutolo rig. (A)

Ammoniti: 59′ De Vitis (P), 79′ Foglia (A), 90′ Benedetti (P)

Espulsi: 95′ Birindelli (P) rosso diretto

Note: arbitro Amabile di Vicenza | Angoli 5-7 | Recupero 0′-4′