Oggi come ogni anno a Gennaio, nella Domenica che segue il 17, festa di Sant’Antonio Abate, a Buti si disputa il Palio delle Contrade. Dopo la Santa Messa dei Cavallai , alle prime ore della domenica, nelle Contrade e nelle tante osterie del borgo è usanza ritrovarvi per la tradizionale trippata. A metà mattina tutte le Contrade sfilano per il paese, fino a raggiungere il sagrato del Duomo, dove consegnati ai fantini giubba e berretta, vengono benedetti i cavalli che correranno il Palio. Per la Sfilata 2019 le contrade rappresentano, in costumi medievali nei colori di appartenenza, il proprio Santo di contrada. Una giuria attenta valuterà la Sfilata di ogni contrada sia nel suo insieme sia in alcune sue particolarità, come la coppia più bella e la rappresentazione del santo. Al termine alle contrade vincitrici per ogni sezione sarà consegnato un premio dal valore simbolico ma non per questo meno ambito. Intorno alle 14,45 iniziano le corse . Il tracciato interrato e adeguatamente protetto , di circa 750 m. , presenta due leggere curve sul primo tratto e un’ultima curva, prima della dirittura in leggera salita. Tre tribune con posti a sedere e tre maxi schermi consentono l’intera visione della corsa, anche se in linea.
Si corrono la I° e la II° batteria dove vengono sorteggiati , in ognuna , tre cavalli e a seguire si corre la III° dove , oltre all’ultimo cavallo sorteggiato, ricorrono i secondi arrivati delle precedenti batterie. I vincitori delle tre batterie disputano la finale . In tutto sono quattro corse ognuna di tre cavalli . Il mossiere dà la mossa sganciando l’elastico, dopo aver chiamato, secondo busta, i cavalli ai canapi. I cavalli vengono sellati.
Nella domenica che precede il Palio la Contrada vincitrice dell’ultima edizione, con un corteo che muove dalla Sede sino al Duomo, riconsegna il Drappo al Pievano che, col Presidente del Seggio, procede al sorteggio delle tre batterie.
Il Palio di Buti è il classico Palio ”alla lunga” cioè un percorso in linea di circa 700 mt in leggera salita sulla strada cittadina, dopo la retta di partenza due leggere semicurve destra e sinistra portano alla curva finale questa un po piu impegnativa ancora a sinistra, per poi accedere alla breve retta finale. La partenza viene data dal Mossiere tramite lo sgancio di una corda elastica detta anche Canape, si corre a sella con batterie e finale normalmente con tre cavalli.

 

Fonte: sito paliodibuti.it