Dopo la sconfitta subita in casa dell’Arezzo c’è poco tempo per piangersi addosso, già Domenica sera infatti alle ore 18.30 arriverà all’Arena Garibaldi la capolista Piacenza per la terza sfida consecutiva (dopo Siena ed Arezzo) nella stessa settimana contro un avversario che precede i nerazzurri in classifica, uno scontro diretto che sa abbastanza di ultima chiamata dunque questo per il Pisa che deve assolutamente cercare di iniziare a diminuire il gap con le squadre che stanno davanti.

All’Arena però arriverà quella che ad oggi si è dimostrata una delle migliori squadre del torneo che con i suoi 40 punti in 21 partite giocate al momento occupa il 1° posto insieme alla Carrarese ma i gialloblu hanno giocato una partita in più. I biancorossi hanno costruito sulla già buona qualità che avevano dimostrato di avere la stagione passata confermando il tecnico Franzini e mettendo qualche tassello di esperienza e grinta che sta sicuramente facendo la differenza. Gli emiliani poi sicuramente (senza considerare Entella e Pro Vercelli che hanno gare in meno) si sono dimostrati sicuramente la formazione più continua tra le squadre che lottano in testa alla classifica.

Mister Franzini utilizza solitamente un classico 4-3-3, nel mercato di Gennaio il Piacenza ha perso Pesenti passto proprio ai nerazzurri, Fedato e Romero. In attacco però i rimpiazzi non sono mancati: è arrivato infatti Franco Ferrari che all’esordio ha già trovato il gol decisivo contro il Gozzano, insieme a lui in Emilia sono sbarcati Terrani e il giovane Bachini. Nel suo modulo Franzini fa giocare tra i pali Fumagalli la cui porta è difesa a destra da Di Molfetta, a sinistra da Barlocco con al centro Pergreffi e Bertoncini.

In mezzo al campo i tre titolari solitamente sono Corradi, Porcari e Della Latta mentre passando in fase offensiva come detto Ferrari ha preso le redini al centro dell’attacco ed ai suoi lati giocano l’esperto Sestu sulla destra con l’altro neo-arrivato Terrani sulla sinistra. Nel tridente offensivo si alterna poi anche Nicco, giocatore sicuramente importante per la categoria, che però nella ultime gare è partito dalla panchina, vedremo cosa deciderà Mister Franzini Domenica sera.

Il Piacenza come detto si trova al 1° posto con 40 punti in 21 gare giocate, i biancorossi hanno segnato 32 reti e ne hanno subite 20. Sono 12 le gare vinte, 4 quelle pareggiate e 5 quelle perse. In trasferta sono la seconda migliore squadra del torneo dopo la Pro Vercelli, lontano dalle mura amiche infatti gli emiliani hanno conquistato 19 punti in 10 partite e hanno perso solamente una volta (lo scorso 18 Novembre per 2-0 a Pistoia). Nella gara dell’andata che si giocò il 30 Settembre 2018 allo stadio “Garilli” il Pisa uscì sconfitto con un sonoro 3-0 a causa delle reti di Romero su rigore, Corradi e proprio dell’oggi nerazzurro Pesenti. In quella gara fu espulso Buschiazzo che causò il rigore che diede il là al successo biancorosso per fallo da ultimo uomo.