Prende il via la prima serie dei “Dialoghi mazziniani”, un ciclo di incontri promossi dalla Domus Mazziniana e dall’Università di Pisa. Si inizia giovedì 28 febbraio, alle ore 15, nella sede della Domus in via Mazzini 71, con Carlo Rosselli, il geniale ideatore del socialismo liberale, e fondatore di Giustizia e Libertà, il cui tentativo di sintesi tra i grandi filoni di pensiero della Sinistra Europea affondava le radici in un’ispirazione profondamente mazziniana, anche a livello familiare. Proprio a casa di un prozio di Carlo Rosselli, Pellegrino, in quella che sarebbe poi diventata la Domus Mazziniana, il 10 marzo 1872 moriva infatti Giuseppe Mazzini.

A discutere della figura e dell’attualità del pensiero di Carlo Rosselli sarà Gaetano Pecora, ordinario di storia delle dottrine politiche alla Luiss di Roma, tra i maggiori esperti italiani dei filoni ‘eretici’ del socialismo e della democrazia e autore di un importante saggio su Carlo Rosselli socialista e liberale, pubblicato dalla casa editrice Donzelli nel 2017.

Promossi e organizzati da Carmelo Calabrò, Tommaso Greco e Pietro Finelli, i “Dialoghi” si propongono di accendere l’attenzione su alcuni temi cruciali del dibattito politico contemporaneo a partire dalle suggestioni provenienti dalla riflessione teorica e dall’azione di alcuni grandi pensatori appartenenti a quella tradizione laica e democratica che identifica il proprio punto di riferimento ideale in Giuseppe Mazzini.