Alla vigilia della gara di domani pomeriggio (ore 14.30) valida per gli ottavi di finale della Coppa Italia di Serie C contro il Pontedera ha parlato in conferenza stampa Mister Luca D’Angelo apparso alquanto deluso dopo gli ultimi non esaltanti risultati. Queste le sue dichiarazioni ed i suoi pensieri sulla situazione attuale dei nerazzurri e sulle tematiche che vedranno protagonista il Pisa nella partita di domani:

Domani sarà assente De Vitis, dobbiamo valutare meglio le sue condizioni e se potrà essere disponibile nella gara contro la Pistoiese. Se devo tornare a parlare di Alessandria dico che il giallo a Lisi è stato uno scambio di persona, era Masi che doveva essere ammonito, l’arbitro ha visto male e sfortunatamente proprio Lisi era in diffida. Di Quinzio ha toccato l’arbitro mentre parlava, è una cosa che non si fa siamo d’accordo, ma due giornate mi sembrano tante.”

In Piemonte abbiamo fatto un buon primo tempo ma poi alla distanza siamo calati perchè la condizione fisica non era delle migliori e non siamo più riusciti a ripartire in maniera pericolosa. In ogni caso avevamo limitato al massimo tutti i loro attacchi e non avevamo rischiato veramente niente, la partita era quella che avremmo dovuto fare ma è stata rovinata da quell’episodio nei secondi finali.”

La gara di domani sarà importantissima per continuare un percorso in cui crediamo, quello della Coppa Italia, che ci potrebbe dare anche un accesso prioritario ai playoff se riuscissimo a vincerla. Ogni partita facciamo errori gravi che ci condizionano, ora invece è arrivata l’ora di darci un taglio e portare a casa la vittoria soprattutto in una gara secca. Il Pontedera è un’ottima squadra che come noi vorrà passare il turno e già contro il Siena nel turno precedente lo ha dimostrato.”

Poi prosegue: “Moscardelli sta bene ha solamente bisogno di ritrovare il gol mentre Marconi dovrebbe tornare in gruppo nella gara contro il Gozzano. Tornando alla squadra penso che si debba migliorare la fase difensiva e smetterla di farci gol da soli, per il resto le prestazioni mi sono piaciute. In questo inizio 2019 abbiamo lasciato per strada punti in maniera clamorosa ed in partite in cui Gori di fatto non ha mai parato, questo fa arrabbiare”.

Dal mercato sono arrivati giocatori forti, la squadra è forte e la società ha fatto tutto quello che doveva fare. Non ci sono alibi e se i risultati non arrivano la colpa è solo mia, non ci sono altri colpevoli. La classifica attuale sicuramente non va bene, questo è un dispiacere grosso ma il 10° posto non rappresenta assolutamente il reale valore della squadra.”