Saranno attive da lunedì 4 marzo le nuove telecamere poste agli accessi dell’area pedonale di via Santa Maria, da Via Galli Tassi a Piazza Cavallotti compresa. Le telecamere saranno in vigore tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 20.00, dal 1 aprile al 30 settembre, e dalle ore 9.30 alle ore 19.00, dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno. L’accesso all’area pedonale sarà consentito soltanto ai possessori dei contrassegni invalidi, ai Taxi di Pisa (solo per prelevare o scendere clienti) e ai veicoli utilizzati per l’igiene ambientale, vista la presenza delle carrozze a trazione animale che fanno servizio in zona. Diversamente da quanto stabilito dalla vigente Ordinanza relativa alle ZTL, nell’area pedonale di via Santa Maria il transito non è consentito a ciclomotori e motoveicoli a due ruote.

Messo a punto dai tecnici di Pisamo il progetto per l’installazione delle quattro telecamere che saranno poste ai varchi in uscita delle Zone a Traffico Limitato del centro storico. Gli impianti di videosorveglianza saranno collocati entro la fine in via Santa Bibbiana, via Manzoni, via San Francesco e via Cardinale Maffi. Le telecamere poste in uscita delle ZTL impediranno l’accesso in senso vietato, messo in pratica da molti automobilisti per eludere i varchi elettronici in entrata alle zone con traffico limitato.

«Nel programma elettorale – dichiara il Sindaco Michele Conti – avevamo inserito un punto che si chiama ‘riportiamo ordine e accessibilità’, in cui si dice che il sistema della ZTL è mal concepito e obsoleto; con la nostra azione di governo vogliamo cambiarlo, garantendo una città più accessibile e vivibile per i cittadini residenti: per questo abbiamo rafforzato il controllo sull’area pedonale che porta alla Piazza dei Miracoli con telecamere agli accessi, vietandolo anche a ciclomotori e motoveicoli. Un’area che diventerà davvero pedonale e che dovrà servire come biglietto da visita per i molti turisti che la percorreranno nei prossimi mesi. E poi – conclude Conti – abbiamo accelerato sul progetto di installazione di varchi in uscita della ZTL, l’assenza dei quali favorisce l’ingresso di mezzi non autorizzati e la permanenza lunga di chi ha il permesso orario. Per riportare i pisani a vivere in centro c’è bisogno di garantire loro rispetto delle regole e serenità, anche sul versante della mobilità. Contiamo che il nuovo sistema sia attivato entro l’estate effettuando, parallelamente, una revisione delle autorizzazioni dei permessi».