Si è chiusa ieri sera alle ore 20 la finestra di calciomercato invernale della stagione 2018/19, un mercato definito di “riparazione” ma che con il passare degli anni soprattutto in Serie C è diventato un vero e proprio importante rinnovamento per le squadre. Quest’anno è toccato ai nerazzurri essere grandi protagonisti sulle trattative di questo periodo, trattative che hanno sicuramente portato maggiore qualità e quantità alla rosa.

La sessione invernale è iniziata con l’arrivo in prestito del boliviano Gammarra seguito subito dal ritorno di Verna in maglia nerazzurra dopo il prestito a Cosenza. Pochi giorni dopo Gemmi ha messo ha segno la doppietta in poche ore Minesso-Pesenti  (da Padova e Piacenza) dando al reparto offensivo sicuramente maggiore consapevolezza. Dopo centrocampo e attacco è arrivato anche il tanto agognato innesto difensivo con Benedetti strappato all’Entella. Il mercato si è chiuso ieri con l’arrivo definitivo del giovane portiere Kucich dal Trapani.

Sulle cessioni invece i nerazzurri sono stati alquanto morigerati: via a titolo definitivo solamente Cernigoi alla Salernitana mentre per il resto ci sono stati solamente prestiti temporanei: Cuppone a Bisceglie, Maffei ad Olbia, Ingrosso passato dall’Ascoli al Foggia, Cardelli al Cuneo ed ultimo Zammarini a Pordenone quando invece sembrava imminente la cessione a titolo definitivo alla Salernitana, trattativa che invece poi si è complicata ed è saltata.

Le trattative di Gennaio dei nerazzurri

ACQUISTI: Gamarra (svincolato), Verna (Cosenza: rientro prestito), Minesso (Padova, definitivo), Pesenti (Piacenza, definitivo), Benedetti (Entella, definitivo), Kucich (Trapani, definitivo).

CESSIONI: Cuppone (Bisceglie, prestito), Cernigoi (Salernitana, definitivo), Maffei (Olbia, prestito), Ingrosso (Foggia, prestito), Cardelli (Cuneo, prestito), Zammarini (Pordenone, prestito).

Ufficializzato intanto il numero di promozioni e retrocessioni del campionato

Ecco cosa prevede il nuovo regolamento promozioni e retrocessioni: “Le semifinali playoff in realtà saranno due finali: le vincenti saliranno in B”. Mentre per quanto concerne le retrocessioni: “Scendono in 7: le ultime dei tre gironi, più le perdenti dei tre playout fra terzultime e penultime. L’ultima retrocessione dopo spareggio (andata e ritorno) tra le due vincenti dei playout dei gironi A e B (quelli a 20 squadre). Il regolamento può cambiare se una squadra dovesse essere esclusa prima della fine”.