La sconfitta di Seravezza e le contemporanee vittorie della Pianese e del Ghiviborgo (nel recupero di mercoledì contro la Sinalunghese) ha spinto il Tuttocuoio fuori dalle prime tre in classifica del girone E di serie D. Tuttavia il distacco dalle prime in classifica è di sole tre lunghezze, anche se, dopo una sconfitta in uno scontro diretto è doveroso cercare di capire quello che non è andato per il verso giusto. Il tecnico Nico Scardigli non si è sottratto nell’analizzare la gara in terra versiliese:

Complessivamente non abbiamo fatto male, approcciando in maniera positiva creando anche qualche occasioni per portarci in vantaggio. Poi i nostri avversari lo hanno alla fine del primo tempo con una palla messa in verticale dove noi eravamo posizionati male. Nella ripresa poi siamo stati bravi a pareggiare, ma poco dopo è arrivata la nuova rete del Seravezza, ancora su una nostra incertezza. In questo momento, siamo poco determinanti nelle due aree: in attacco facciamo scelte sbagliate e in difesa concediamo qualcosa di troppo, manca un pizzico di serenità e lucidità”.

Inevitabilmente i numeri del girone di ritorno non sorridono ai neroverdi: 3 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, solo in quattro occasioni il portiere Lombardi è rimasto imbattuto, a riguardo Scardigli dice: “Era impensabile tenere il ritmo del girone d’andata, dopo la vittoria contro il Bastia avevamo 38 punti in 18 partite, adesso le cose non ci riescono come allora e qualche elemento sta attraversando un calo fisiologico di forma. In vista della delicata trasferta di Cannara, dobbiamo pensare a lavorare al massimo e rimanere sul pezzo per superare questo momento difficile”.