I nerazzurri non vanno oltre il pareggio nell’attesissimo derby del foro che si è giocato ieri pomeriggio all’Arena Garibaldi per l’incontro valido per la 30^ giornata di campionato. Uno 0-0 che lascia qualche rammarico dal punto di vista della classifica ma che va saputo accettare soprattutto perchè i nerazzurri sono apparsi fisicamente stanchi dopo così tanti impegni ravvicinati e tutti di altissima intensità sia fisica che mentale contro squadre importanti.

Come ha sostenuto Mister D’Angelo la gara si sarebbe dovuta sbloccare nei primi 35′ per poi gestirla, effettivamente nella prima parte della partita il Pisa è sembrato averne di più e dava la sensazione di poter far gol da un momento all’altro. Bravissimo Falcone sulla punizione di Minesso con lo stesso trequartista nerazzurro che poco dopo ha fatto tremare la porta lucchese colpendo in pieno il palo, se magari lì la palla entra la gara cambia i risvolti tattici, ma si sa con i se e con i ma nel calcio non si va da nessuna parte.

Cosa è andato: la squadra dimostra partita dopo partita una maggiore consapevolezza dei propri mezzi e sicuramente molti giocatori, complice il mercato di Gennaio, hanno portato qualità alla rosa. Ottimi i duetti soliti sulla sinistra tra Lisi e Di Quinzio, così come monumentale Masucci nel lottare su ogni pallone. Meglio anche la difesa che non prende gol e che sembra avere maggiore fiducia con Benedetti entrato piano piano negli schemi di gioco della squadra e De Vitis veramente in un momento di forma smagliante con pochissimi errori sotto tutti i punti di vista. Soprattutto quando è sceso a centrocampo è anche andato vicinissimo al gol in un paio di occasioni a dimostrazione che nonostante abbia fiuto per il gol, anche in difesa non sfigura, anzi spesso è il migliore della retroguardia nerazzurra. Da segnalare i positivi ultimi 10 minuti di Gamarra, non era facile avendo giocato poco entrare in un derby così sentito, speriamo possa rivelarsi una pedina in più per il finale di stagione.

Cosa non è andato: per quanto la squadra giochi con il pallone tra i piedi c’è una fatica assoluta nell’arrivare alla conclusione pulita verso la porta avversaria, tantissimi cross, tantissime azioni sulla trequarti ma poi sempre errori nell’ultimo passaggio. Complice la stanchezza poi sicuramente ieri la squadra è apparsa troppo spesso sbilanciata in avanti e la Lucchese ha avuto molti contropiedi veramente pericolosi. Con un Verna apparso sulle gambe così come Gucher il centrocampo ha fatto fatica a recuperare e troppo spesso si è vista una frattura tra difesa e attacco che ha portato molti rischi alla porta di Gori. Oltre a questo si aggiunge la non brillantissima giornata di Pesenti (apparso anche lui stanco) e Moscardelli non incisivo, anche se al 94′ Falcone gli toglie dalla porta un pallone che sembrava già essere in rete, la squadra fa veramente fatica ad arrivare al tiro e questo non solo ieri ma anche contro Entella e Pro Vercelli nonostante le buone prestazioni anche in quelle partite si era vista questa pecca negli ultimi 16-20 metri.

Conclusioni: è in dubbio che la settimana appena passata abbia messo di fronte ai nerazzurri partite toste e che hanno tolto molte energie fisiche e mentali. Il problema è che anche quella che inizierà adesso sarà difficile mentre forse sarebbe stato meglio avere una settimana piena per recuperare. Invece Mercoledì ci sarà la gara da dentro o fuori a Viterbo e già Sabato i nerazzurri saranno di scena ad Olbia per continuare ad inanellare risultati positivi in campionato. Insomma il calendario è duro, di positivo c’è il rientro di Marconi dalla squalifica ed anche Marin e Izzillo dovrebbero recuperare quindi ci sarà maggiore rotazione per D’Angelo. In ogni caso è innegabile che la squadra abbia fatto degli immensi passi in avanti e adesso fino alla fine ci sarà veramente da divertirsi per provare ad arrivare in fondo in Coppa e nel miglior modo possibile ai playoff. 14 punti nelle ultime 6 gare di campionato sono un ottimo ruolino di marcia comunque e penso che ogni tifoso nerazzurro avrebbe messo la firma solamente un mese fa nel fare questi risultati.